Prestito BancoPosta: le condizioni economiche di marzo

di Roberto Commenta

Il prestito BancoPosta è un prestito personale disponibile in qualsiasi agenzia postale, e utile per poter effettuare operazioni di spesa personale o familiare, pianificando il rimborso nel lungo termine. L’erogazione avverrà in un’unica soluzione pochi giorni dopo la firma della richiesta, mentre il rimborso seguirà un piano di ammortamento sul lungo termine, composto da rate di importo certo e costante nel tempo.

Attraverso il prestito BancoPosta il cliente correntista di Poste Italiane potrà ottenere un importo compreso tra un minimo di 1.500 euro e un massimo di 30.000 euro, da restituire all’interno di un programma di rimborso compreso tra un minimo di 12 mesi e un massimo di 84 mesi. Le spese di istruttoria sono azzerate, e l’unica modalità di accredito ancora ammessa è quella relativa all’accredito sul conto corrente BancoPosta.

Tra le ulteriori condizioni economiche previste dal prodotto, la possibilità di poter godere dell’azzeramento totale delle commissioni di incasso rata e di quelle della produzione e dell’invio delle comunicazioni, rendendo così più conveniente il prodotto creditizio di Poste Italiane.

Sul fronte assicurativo, ricordiamo come il prodotto possa essere abbinato facoltativamente con una serie di polizze che possano migliorare la fruizione del servizio di credito, andando a tutelare il debitore contro i rischi di perdita della propria capacità di regolare rimborso. La polizza assicurativa è disponibile a un costo pari a 2 punti percentuali dell’importo erogato per durate del piano di ammortamento entro i 60 mesi, e a un costo di 3,65 punti percentuali dell’importo erogato per durate oltre i 60 mesi.

In tutte le filiali dell’istituto di credito, e sul sito internet della banca, sono a disposizione i fogli informativi di prodotto, con maggiori dettagli sulle condizioni applicate. Vi consigliamo di consultarli prima di sottoscrivere il servizio oggetto di questo post.