Prestiti personali e finalizzati in crescita nei primi nove mesi dell’anno

di Sofia Martini Commenta

Prestiti personali e finalizzati in crescita nei primi nove mesi dell'anno, segnano la ripresa dei consumi degli italiani.

Crescono soprattutto i prestiti finalizzati ma anche i prestiti personali fanno registrare un timido rialzo. Complessivamente siano di fronte ad un record legato ai primi nove mesi dell’anno. I dati Eurisc scattano una fotografia del settore. 

La conclusione che si trae da questa fotografia è che gli italiani hanno ritrovato la fiducia nell’economia e sono pronti ad investire sull’acquisto di beni e servizi. Restano però cauti sulle richieste di liquidità che fanno registrare sì un aumento ma molto lieve. Diminuisce un po’ l’entità della richiesta di prestito rispetto all’anno scorso e quanto ai piani d’ammortamento sono prediletti quelli che si estinguono entro l’anno o quelli che durano più di un quinquennio. Questi due tipi di prestiti rappresentano la quasi totalità delle richieste.

Prestiti personali, dopo [email protected] anche Findomestic

Se poi volessimo mettere in elenco tutti i dati dell’Eurisc sui prestiti personali e finalizzati diremmo che:

  • la domanda di prestiti finalizzati all’acquisto di auto, moto, arredo, elettrodomestici e altri beni e servizi finanziabili, ha fatto segnare una crescita molto importante rispetto al corrispondente periodo del 2014 (+13,4%),
  • le richieste di prestiti personali si sono fermate a un positivo ma insoddisfacente +1,2%.
  • considerando il dato aggregato possiamo anche definire un importo medio dei finanziamenti richiesti che è pari a 7699 euro.
  • dopo i primi mesi dell’anno il mercato creditizio ha registrato un tasso positivo per le domande di prestiti personali e finalizzati. I primi sono cresciuti del 13,4% e i secondi dell’1,2%. In  media quindi si parla di una crescita del 7,6%.