I prestiti personali di Banca Popolare Etica

di Daniele Pace Commenta

Sempre più spesso i consumatori si rivolgono a società e servizi etici, perché più sensibili a questo tema. La scelta della Banca Etica è dunque prima di tutto ideologica, e poi pratica, ma vale la pena chiedersi quali sono i servizi offerti per decidere se poter aprire un conto, o chiedere un prestito presso di essa.

I prestiti personali di Banca Popolare Etica sono a tasso fisso o variabile, e prevedono prestiti finalizzati al minor consumo energetico, quindi per rinnovare le nostre tecnologie in modo da avere una miglior efficienza energetica, oppure finalizzati a spese sanitarie, o alla mutualità partecipativa e cooperativa, e agli under 30, per studiare, viaggiare e acquistare tecnologia etica.

Con il Prestito Bene Comune, si possono richiedere prestiti per le spese sanitarie, per le adozioni, per gli elettrodomestici di classe A e gli impianti delle rinnovabili, oppure prestiti personali fino a 30 mila euro, rateizzabili fino a 10 anni.

Poi c’è il Prestito Casa Verde, per la ristrutturazione della casa finalizzata al risparmio energetico e alla produzione rinnovabile, fino a 75 mila euro, rateizzabili in 15 anni. Il prestito può essere usato anche per abbattere eventuali barriere architettoniche, ma anche per acquistare mobili ed elettrodomestici “verdi”. Infine il Prestito Casa, anche per chi non prevede di abbattere i consumi energetici, sempre fino a 75 mila euro in 15 anni.