Prestiti: ecco per cosa li chiedono gli italiani

di Redazione Commenta

Molti Italiani, specialmente in questi tempi di crisi economica e occupazionale, si rivolgono a vari istituti di credito per ottenere dei prestiti in modo da avere liquidità per investimenti o per coprire i debiti. Vista questa crescente esigenza e la progressiva digitalizzazione del mondo finanziario e economico non è strano osservare la nascita di svariati portali online che si occupano di analizzare, categorizzare e proporre ai visitatori le varie formule di prestiti offerte da banche e altri istituti.

Questi siti di comparazione prestiti operano come osservatori che analizzano le varie richieste di finanziamento, dividendole per finalità.

Prestiti finalizzati: ecco perché gli italiani si rivolgono alle banche

Consultando i dati raccolti relativi al 2016 è così possibile tracciare una sorta di classifica delle principali finalità di finanziamento in Italia, riscontrando così che il motivo principale per cui vengono richiesti dei prestiti è legato alla casa. Per l’acquisto di casa, trattandosi di una cifra alta, si chiede un mutuo a lungo termine ma per i lavori di manutenzione ordinaria o straordinaria il canale è quello dei prestiti.

La ristrutturazione della casa sembra infatti essere la preoccupazione primaria degli Italiani che decidono di rivolgersi a un istituto di credito per ottenere dei prestiti. In molti casi l’obiettivo di chi vi abita è quello di ottimizzare gli spazi per renderli più idonei alle esigenze familiari che nel tempo, ad esempio con l’arrivo dei figli, possono cambiare.

La preoccupazione per il principale bene immobile è seguita a ruota da quella riguardante l’auto. In particolare, molti prestiti sono finalizzati all’acquisto di un’auto usata, in misura quasi pari a quella relativa ai prestiti richiesti per la ristrutturazione domestica. Queste due finalità di finanziamento da sole riassumono circa il 40% del totale delle richieste, almeno stando alle analisi sui preventivi richiesti online. Ma non ci sono solamente casa e automobile tra le esigenze degli italiani.

Un’altra finalità che catalizza con frequenza l’attenzione degli Italiani in questo periodo difficile è quella relativa alla richiesta di liquidità immediata, una destinazione d’utilizzo che si aggira attorno al 19% delle richieste totali e che stacca di circa nove punti percentuali la quarta della classifica, ovvero il consolidamento debiti. E in questa percentuale si fanno rientrare diversi tipi di prestiti. Sotto alla soglia del 10% si trovano svariate necessità per cui gli Italiani ricorrono ai prestiti, fra queste l’arredamento (8%) e l’acquisto di auto nuove o a km zero (6%). Altre necessità, meno rilevanti al fine statistico, riguardano le spese mediche, quelle per l’acquisto di immobili e per l’istruzione universitaria. C’è poi una percentuale più marginale che chiede prestiti per viaggi o eventi come matrimoni etc.

Il ricorso al prestito è per molti Italiani una scelta quasi obbligata, per questo l’offerta di servizi atti a scegliere le migliori formule di finanziamento può tornare molto utile a tante persone. Grazie ai comparatori online è possibile visualizzare una panoramica con le diverse soluzioni proposte dalle banche per essere sicuri di ottenere il miglior prestito per le proprie esigenze in pochi click.