Come ottenere un prestito veloce e individuare la migliore offerta

di Sofia Martini Commenta

In genere essi sono accordati senza giustificativo di spesa. Offerte le dovute garanzie per il rimborso il cliente non è in questo caso tenuto a esplicitare il motivo del finanziamento e riceve l’importo concordato per accredito su conto corrente, potendo così disporne liberamente.

Nel momento in cui la finalità di un prestito non è l’acquisto di un particolare bene o di un servizio, bensì la necessità di avere nuova liquidità, per far quadrare i conti mensili o per investire fondi in un nuovo progetto, ci sono i prestiti personali non finalizzati.

prestito

In genere essi sono accordati senza giustificativo di spesa. Offerte le dovute garanzie per il rimborso il cliente non è in questo caso tenuto a esplicitare il motivo del finanziamento e riceve l’importo concordato per accredito su conto corrente, potendo così disporne liberamente. L’iter per ottenere questo tipo di prestito può svolgersi anche a distanza affidandosi a una finanziaria on line, in tempi di norma brevi.

Quali sono le migliori offerte per questo segmenti di prestiti?

Possiamo partire da Consel: strumento di accesso al credito diretto del gruppo Banca Sella, Consel permette di ottenere on line da 2.000 a 10.000 euro, sruttando il servizio gratuito di firma digitale, senza spese per l’istruttoria della pratica, né commissioni mensili per l’incasso della rata. Le comunicazioni periodiche inviate on line sono gratuite e l’imposta di bollo sul contratto è di 16 euro. Questo mese il TAN applicato al finanziamento parte dall’8,20%. Fino al 31 maggio un prestito personale di 8.000 euro, rimborsato in 18 rate, avrebbe un TAN fisso dell’8,20%, TAEG 8,80%, per un totale dovuto di 8.545,30 euro.

Un altro esempio di prestito on line senza giustificativi è Prestito Arancio di ING Direct, che permette di richiedere a distanza importi compresi tra i 3.000 e i 30.000 euro, per poi rimborsarli su una durata variabile tra i 12 e gli 84 mesi. L’apertura e la gestione della pratica non hanno costi e per prestiti fino a 18 mesi l’imposta di bollo sul finanziamento, pari a 16 euro, è azzerata per i titolari di un Conto Corrente Arancio, utilizzato per l’addebito. Se il prestito dura più di 18 mesi l’imposta è pari allo 0,25% dell’importo erogato. Attualmente, un prestito di 10.000 euro rimborsato in 18 rate ha un TAN pari al 7,95%, TAEG 8,47%, per un totale dovuto di 10.657,06 euro.