Come orientarsi sul miglior conto corrente a zero spese

di Sofia Martini Commenta

Nel momento in cui si presenta l’occasione migliore per trovare un prodotto personalizzato e più adatto per operatività, praticità e costi, è bene coglierla.

Carte di debito e conti correnti sono strumenti fondamentali per la gestione dei pagamenti e degli accrediti, nonché per la custodia dei propri risparmi.

conto-corrente-studenti-150x150

Aprire un nuovo conto corrente è semplice; si può fare anche a distanza grazie alle banche on line. Appare anche alla portata di tutti la possibilità di confrontare periodicamente le nuove proposte grazie ai numerosi strumenti a disposizione.

Dunque, nel momento in cui si presenta l’occasione migliore per trovare un prodotto personalizzato e più adatto per operatività, praticità e costi, è bene coglierla.

Se si desidera una soluzione alternativa per via degli oneri talvolta troppo elevati rispetto ai servizi utilizzati è possibile orientarsi verso i nuovi conti correnti a zero spese, senza canone e offerti principalmente da banche dirette che permettono di operare gratuitamente a distanza da device quali computer, smartphone e tablet. A questi conti sono spesso associate carte di pagamento senza canone e a commissioni di prelievo ridotte o azzerate.

Ecco, dunque, alcune proposte:

Hello! Money, il conto corrente Hello Bank!, banca on line di BNL, fino al 30 giugno 2016 abbina all’apertura del conto a zero spese un buono Amazon da 150 euro riservato a chi accredita lo stipendio in conto o versa 3.000 euro per perfezionarne l’apertura. Pur non essendo un conto deposito, Hello! Money offre un rendimento lordo fino all’1% per tre trimestri ai nuovi clienti con giacenze medie comprese tra i 25.000 e i 100.000 euro.

Widiba, banca on line del gruppo Montepaschi, offre un conto a zero spese di apertura e gestione e fino al 25 maggio 2016 propone a tutti i nuovi clienti un tasso creditore lordo del 2% sulle linee vincolate a 6 mesi. Le somme sono vincolabili entro il 10 giugno 2016, per importi compresi tra 1.000 e 500.000 euro.