Nel credito al consumo arrivano nuove regole – Il modulo SECCI

di Sofia Martini Commenta

Nel mondo dei finanziamenti arriva da aprile 2014 il modulo SECCI, ovvero lo Standard European Consumer Credit Information, il modulo che riporta le Informazioni europee di base sul credito ai consumatori.

164190220A partire dal mese di aprile 2014 nel mondo del credito al consumo, quello a cui appartengono in primo luogo prestiti e finanziamenti sono arrivate nuove regole ufficiali europee che vogliono favorire l’instaurarsi di un migliore rapporto con i consumatori. 

Rallenta il calo dei prestiti in Italia a giugno 2014

A partire dal quel mese infatti, è stato introdotto nella prassi bancaria al fine di assolvere gli obblighi di informativa  pre – contrattuale nei confronti dei clienti, la consegna gratuita del cosiddetto modulo SECCI, ovvero lo Standard European Consumer Credit Information, il modulo che riporta le Informazioni europee di base sul credito ai consumatori.

Il quantitative easing della BCE incentiverà i prestiti a famiglie e imprese?

Il modulo SECCI si presenta dunque come un documento standard strutturato in più sezioni che illustrano le diverse caratteristiche del prodotto prescelto, in modo tale da poter confrontare le offerte in maniera più agevole. Le informazioni riportate all’interno del modulo SECCI sono le seguenti:

  • il tipo di contratto di credito offerto
  • i dati dell’istituto erogante, se banca o finanziaria
  • l’importo totale del credito
  • le condizioni di utilizzo del credito
  • la durata del contratto di credito
  • il numero e l’importo delle rate previste
  • il tipo di bene o servizio acquistato nel caso in cui si tratti di un prestito finalizzato
  • il prezzo del bene acquistato nel caso in cui si tratti di un prestito finalizzato
  • le eventuali garanzie richieste.

Le informazioni contenute all’interno del modulo SECCI aiutano quindi il consumatore a scegliere il prodotto finanziario in modo più consapevole e informato, facendogli risparmiare tempo nelle procedure di confronto delle offerte.