Mutui on line e promotori finanziari

di Laura 1

Aumenta il fenomeno di accendere un mutuo attraverso internet. questo perchè molte banche offrono la possibilità di fare subito un preventivo di mutuo e calcolare online la rata di un proprio ipotetico mutuo. Le ragioni della crescita del mutuo on line sono abbastanza chiare: si riducono le spese ed i tempi necessari per la fase dell’istruttoria e si permette al richiedente di risparmiare sul costo del mutuo poichè le spese di intermediazione sono più basse ed in sostanza si eliminano tutti i costi logistici, di manutenzione, di manodopera e organizzativi

Non solo, spesso tramite internet si avvìano le pratiche necessarie, il tutto attraverso il proprio sito web. Non certamente la stipula che andrà fatta davanti al notaio al momento della compravendita dell’immobile. Da non dimenticare l’internet banking: mutui e finanziamenti via internet danno la possibilità di seguire tutte le pratiche tramite la propria casella email o via fax e telefono.

Il cliente ora può, comodamente da casa propria, valutare (attraverso la compilazione di un form con i dettagli relativi alla propria condizione lavorativa, la durata e finalità del prestito richiesto) in tempo reale le condizioni offerte dai diversi istituti e decidere per la soluzione più adatta alle proprie esigenze poichè, se cliente ritiene l’offerta vantaggiosa, potrà quindi sottoporre gratuitamente la propria richiesta di finanziamento all’istituto bancario prescelto, ottenendo un esito spesso in 48 ore.

Cresce inoltre il peso di agenti, promotori e mediatori creditizi nel mercato dei mutui immobiliari. Questo canale distributivo (alternativo al classico sportello bancario) detiene il 37% della quota dei finanziamenti ipotecari. Come per un contratto stipulato direttamente in banca, anche quando ci si affida a un intermediario del credito, si può contare su procedure più snelle e quindi più veloci. Occorre però fare attenzione se il mediatore creditizio richiede eventuali prestazioni in anticipo:

E’ diffusa la prassi di chiedere un acconto. Sarebbe bene, invece, pagare la commissione solo dopo che la banca ha liquidato il prestito. Anche perché spesso l’acconto non è agganciato all’esito della prestazione e può andare a fondo perduto.

Questo il consiglio di Elio Lannutti, presidente di Adusbef.

Commenti (1)

  1. Da qualche tempo, sta prendendo sempre più piede la stipula di un mutuo via internet soprattutto per il fatto che si ha la possibilità di confrontare più offerte contemporaneamente saltando i passaggi intermedi di agenzie e promotori finanziari. Su finanziamo.net puoi vedere e confrontare alcune banche e finanziarie che offrono la possibilità di chiedere un preventivo e stipulare un mutuo online

I commenti sono disabilitati.