Mutui: le migliori offerte al 60%

di Sofia Martini Commenta

Le proposte di Deutsche Bank, Banca Sella e Banca Popolare di Bari.

Le nuove tipologie di mutuo messe a disposizione dagli istituti bancari da qui a fine anno seguono il trend del “Più e corto il mutuo meno sarà alto lo spread”.

Ecco, dunque, quali sono le migliori offerte fino al 60% per i mutui:

Chi ha meno liquidi a disposizione e necessita di un finanziamento tale da coprire una percentuale superiore al costo dell’abitazione, può optare per lo spread minimo dell’1,89% per il mutuo a tasso misto proposto da Deutsche Bank. Questo finanziamento copre sino al 60% del costo della prima o della seconda casa. Il tasso annuo nominale, parametrato sull’Euribor a 3 mesi, è fissato all’1,97%. Invece, rata e montante sono nel caso in cui venissero chiesti in prestito prestito 100.000 euro da rimborsare in 15 anni e sarebbero rispettivamente pari a 642,13 e 115.583,40 euro.

Di poco più alto e fisso al 2% è il differenziale proposto da Banca Sella sino a fine marzo 2015, su tutti i finanziamenti a tasso variabile, a patto che non si finanzi più del 60% del valore della casa, e non si scelga un piano di ammortamento che oltrepassi i vent’anni. In questo modo per un mutuo di 100.000 euro e piano di rimborso dilazionato su quindici anni, si avrà una spesa mensile che si attesta intorno ai 647 euro. Nel contempo il costo totale del credito, al termine del periodo di ammortamento stabilito dal contratto, sarà pari a 116.496 euro.

Offre il 2% fino al 30 novembre anche Banca Popolare di Bari a chi acquista o ristruttura casa, e mette in contanti un acconto pari al 40% del costo della casa. Ma solo a patto che si rimborsi il debito in non più di dieci anni. Chi, invece, necessita di piani di rimborso più lunghi, si vedrà aumentare il differenziale fino al 2,15%, se si restituisce l’intera somma in un massimo di 15 anni.