I mutui per tutti secondo Carifano

di Moreno Commenta

I mutui, annoso problema delle famiglie italiane, hanno trovato l’avversario tanto atteso dai sottoscrittori. Carifano, neonata ultimogenita della grande famiglia del Credito Valtellinese, ha messo in campo tutte le forze possibili per venire incontro alle diverse esigenze di clienti che, oggi come non mai, necessitano di prodotti duttili e modificabili nel corso del tempo.

I tassi alti degli ultimi periodi hanno consigliato alla maggior parte dei contraenti di rivolgere l’attenzione verso soluzioni a tasso fisso.

Per loro l’ex istituto marchigiano ha pensato ad un mutuo decennale con un tasso nominale dell’ 8,35% (9,01% effettivo), in linea dunque con il paniere della concorrenza.

Giusto per fare un esempio, un importo di 100000€ verrà rimborsato con 120 rate costanti a cadenza mensile di 1240€. Le spese di istruttoria ammontano a 500€.

Per ciò che concerne invece le opzioni a tasso variabile, Carifano offre più soluzioni tutte molto appetibili per il grande pubblico. Nel piano “tradizionale” il tasso d’ingresso è del 7,01% e l’Euribor di riferimento è quello a 3-6 mesi (e, di conseguenza, le rate vengono ricalcolate rispettivamente quattro e due volte all’anno) e la durata può essere estesa a venti anni.

Rimanendo all’esempio già citato, i 100000€ verrebbero rimborsati con 240 rate da 789€. Esiste anche la possibilità di ottenere prodotti “intermedi” che possono fronteggiare al meglio la volatilità della situazione economica attuale. La formula Open consente di tenere fermo il tasso per i primi due anni al 5,00% con un parametro per i successivi pagamenti rilevato in base all’IRS biennale maggiorato di uno spread dell’1,25%. La revisione viene sempre effettuata in base all’Euribor trimestrale.

I 100000€ dell’esempio pratico andranno rimborsati, almeno inizialmente, con 240 rate da 668€. Esiste infine la possibilità, in caso di rialzo dei tassi, di estendere la durata del mutuo (da 240 a 360 mesi per esempio) tenendo fissa la cifra da pagare mensilmente. In questo caso (detto “piano di ammortamento elastico”) il tasso d’ingresso è del 5,63%.