Come modificare la rata dei prestiti personali

di Sofia Martini Commenta

Generalmente sono offerte due opzioni a chi ha la necessità di modificare i termini del rimborso: la diminuzione temporanea dell’importo da versare mensilmente oppure il rinvio di una o più scadenze a fine piano.

Nella selezione del prestito personale più vantaggioso e congruo alle proprie esigenze è possibile tenere in considerazione eventuali opzioni di flessibilità applicabili al rimborso, elemento che può rivelarsi di una certa importanza soprattutto se la rata mensile è piuttosto elevata o il finanziamento ha una scadenza lontana nel tempo.

118.prestito_personale_santander-150x150

Generalmente sono offerte due opzioni a chi ha la necessità di modificare i termini del rimborso: la diminuzione temporanea dell’importo da versare mensilmente oppure il rinvio di una o più scadenze a fine piano. In entrambi i casi le modifiche hanno l’effetto di prolungare la durata del finanziamento, ma allo stesso tempo possono aiutare a superare momenti di difficoltà economica dovuti a spese improvvise o a problemi lavorativi con ripercussioni sulle entrate.

Prestito Arancio di ING Direct consente di rinviare il pagamento della rata fino a tre volte sulla durata del finanziamento, e di ridurre l’importo da versare per due volte. Per poter beneficiare di queste opzioni è necessario aver rimborsato senza ritardi almeno le prime sei rate del finanziamento. Tra una richiesta di modifica e la successiva devono passare 12 mesi, mentre la durata del piano di ammortamento, proroghe incluse, non può superare gli 84 mesi.

Compass offre dal canto suo Total Flex, una formula di prestito personale particolarmente flessibile che permette di saltare fino cinque rate, nella misura di una all’anno, oppure diminuire l’importo dei singoli versamenti prolungando la durata totale del prestito.

Findomestic consente di sfruttare l’opzione cambio rata ogni mese, dopo aver rimborsato regolarmente le prime sei rate. È possibile diminuire l’importo della rata entro il limite stabilito da contratto, ma anche aumentarlo, nel caso si volesse accelerare la chiusura del finanziamento, riducendone la durata. L’opzione alternativa, salto rata, può essere richiesta per un massimo di 3 volte a distanza di 12 mesi. In entrambi i casi le modifiche sono attivabili on line tramite l’area clienti riservata.