I migliori prestiti senza spese di istruttoria del mese di agosto

di Sofia Martini Commenta

Appare importante limitare al minimo gli oneri extra. Essi, unitamente al tasso di interesse che viene accordato con la compagnia, renderebbero il rimborso delle rate alto. La diminuzione dei costi extra, sovente, si ottiene con le offerte di prestiti online.

Quando si sceglie un prestito è fondamentale valutare con attenzione le singole voci di costo, così da ottenere le somme di cui si necessita.

mutuo tassi prestito

Appare importante limitare al minimo gli oneri extra. Essi, unitamente al tasso di interesse che viene accordato con la compagnia, renderebbero il rimborso delle rate alto. La diminuzione dei costi extra, sovente, si ottiene con le offerte di prestiti online. Si tratta di prestiti senza intermediari, erogati direttamente dalle banche sfruttando canali telematici e firma digitale.

Le banche o le finanziarie, in ogni caso, hanno facoltà di scelta circa il farsi carico delle spese istruttorie e delle spese di gestione. Possono decidere se eliminare le commissioni per l’incasso della rata, abbattere i costi relativi all’imposta di bollo, in maniera continuativa o solo nel primo periodo a mò di promozione.

Quali sono dunque le migliori offerte di prestito on line senza spese di istruttoria? Menzioniamo i finanziamenti fino a 10.000 euro proposti da Consel, del gruppo Banca Sella, che azzera anche le spese per la rendicontazione periodica e altre comunicazioni con il cliente. A titolo indicativo, facendo riferimento ai tassi in vigore nel mese di luglio 2016 per un prestito on line di cinquemila euro rimborsato in 36 mesi, il TAN dell’8,20% corrisponde ad un TAEG dell’8,76%. La differenza tra TAN e TAEG, in questo caso contenuta, rappresenta un buon indicatore della convenienza del finanziamento relativamente ai costi accessori e totali.

Un altro esempio di prestito senza spese di istruttoria è il Prestito Arancio ING Direct, che non ha appunto costi di apertura e gestione, né per l’eventuale rimborso anticipato, anche parziale. L’importo erogabile varia dai 3.000 ai 30.000 euro e il rimborso può durare fino a 84 mesi.