L’offerta di IBL sui prestiti per pensionati

di Sofia Martini Commenta

L'offerta di IBL sui prestiti per pensionati: la cessione del quinto avviene ma con nuovi tassi vantaggiosi per chi si è ritirato dal lavoro.

Diciamolo, con la precarietà del lavoro di oggi, i pensionati sono i soggetti che offrono le migliori garanzie a banche e compagnie che offrono prestiti di ogni tipo. A parte il limite anagrafico che rende più stringente il tempo del piano d’ammortamento, per il resto ci sono condizioni vantaggiose. 

Per i pensionati la soluzione più diffusa oggi è la famosa cessione de quinto che riserva vantaggi in termini pratici, perché non richiede di memorizzare scadenze e una volta avviata procede in automatico, e anche in termini economici, beneficiando di convenzioni stipulate da banche e finanziarie con l’INPS.

My Unipol Banca e la cessione del quinto

In seguito all’aggiornamento comunicato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze con decreto datato 19 giugno 2015, dal 1° luglio al 30 settembre 2015 i tassi soglia convenzionali TAEG applicabili dalle banche e dagli istituti finanziari alle operazioni di finanziamento tramite cessione del quinto della pensione sono così stabiliti:

  • Fino ai 59 anni (età a fine piano): 9,09% per classi di importo del prestito fino a 5.000 euro, 8,96% oltre i 5.000 euro.
  • Dai 60 ai 69 anni: 10,69% fino a 5.000 euro, 10,56% oltre i 5.000 euro.
  • Dai 70 ai 79 anni: 13,29% fino a 5.000 euro, 13,16% oltre i 5.000 euro.

secondo quanto riferito dal messaggio INPS n° 4969 del 24 luglio 2015. La cessione del quinto proposta da IBL Banca, che in convenzione con INPS propone a tutti i pensionati tassi di interesse più contenuti rispetto alla media del mercato, offre Rata e tasso sono fissi per l’intera durata del rimborso, variabile tra i 24 e i 120 mesi.