Libri Zero e PC Zero un altro prestito BPER

di Sofia Martini Commenta

BPER dimostra di avere numerose soluzioni di prestito personalizzate dedicate a tutte le categorie di clienti. Abbiamo visto insieme i prestiti riservati alle persone con disabilità, adesso dedichiamoci ai prodotti per i giovani studenti. 

Libri Zero e PC Zero sono i prestiti personali dedicati agli studenti: un aiuto concreto per le tue prime spese importanti. Come spiega nel dettaglio la banca, con il Prestito Libri Zero “puoi acquistare libri di testo, dizionari, e-book, enciclopedie elettroniche e tutti i prodotti editoriali che servono per la tua istruzione o quella dei tuoi figli”, mentre con il Prestito Computer Zero “puoi comprare pc, tablet, notebook, smartphone e gli altri prodotti informatici di cui puoi aver bisogno”.

Il prestito per i minori è intestato ai genitori ma in generale si tratta di soluzioni creditizie per gli studenti delle scuole primarie, secondarie o iscritti all’università.

I vantaggi dei prestiti BPER per studenti

I prestiti Libri Zero e PC Zero – scrive la banca – sono un’ottima risorsa per chi studia. Facciamo un esempio per capire meglio come funzionano: ipotizziamo che lo studente debba comprare un nuovo computer.

  • Importo: € 1.000
  • Durata: 12 mesi
  • Importo rata mensile: € 83,35
  • Interessi: € 0
  • TAN 0%
  • TAEG 0,492%
    Spese di istruttoria: € 0
  • Imposta sostitutiva: € 0
  • Incasso rata: € 0
  • Invio comunicazioni periodiche: € 1,33
  • Costo totale del credito: € 1,33
  • Importo totale dovuto dal consumatore € 1.001,33.

In generale questi due prestiti sono rivolti a chi ha bisogno minimo di 300 euro e massimo di 1500 euro. Il prestito dura 12 mesi e il tasso TAEG applicato è dello 0,49%. Non ci sono spese di istruttoria. Richiedere questo genere di prestito è molto semplice, ma è necessario un primo contatto in filiale per scoprire tutte le caratteristiche del prodotto.