Legge di stabilità ed RCA

di Daniele Pace Commenta

L’articolo 44 comma 25 di tali leggi, prevede il controllo tramite dispositivi telematici come il tutor, l’autovelox, gli accessi alle zone ZTL e vergeluis di rilevare

Con la legge di stabilità presentata dall’ex premier Matteo Renzi, quand’era in carica, ed approvata dal Consiglio dei Ministri, ci sono incluse delle novità che riguardano le assicurazioni, ad iniziare dalla lotta all’evasione della RC auto. L’articolo 44 comma 25 di tali leggi, prevede il controllo tramite dispositivi telematici come il tutor, l’autovelox, gli accessi alle zone ZTL e vergeluis di rilevare se le autovetture sono coperet o meno dall’RC auto, senza che queste apparecchiature rilevino ulteriori informazioni o infrazioni del Codice Stradale. In poche parole, con la modifica che stabilisce la violazione, non sia necessariamente presente l’organo della Polizia Stradale, nel momento in cui tale accertamento è stato rilevato di dispositivo automatico o apparecchiature omologate per il funzionamento in maniera del tutto automatica. La documentazione fotografica prodotta, costituisce di per se un atto di accertamento regolare ed incontestabile. Tale disposizione però non contempla in maniera diretta la notifica della sanzione come accade già con le multe per eccesso di velocità. Quando la frode assicurativa è stata accertata, l’organo di polizia è tenuto a notificare la violazione al conducente automobilistico ed inoltre ad invitarlo a produrre in tempi previsti il certificato assicurativo. L’altra novità riguarda la disciplina della comunicazione verso gli automobilisti della scadenza imminente della copertura dell’RC auto.