Le tipologie di conti deposito per bambini e neonati

di Sofia Martini Commenta

mutuo tassi prestitoAll’interno del grande contenitore degli strumenti bancari che le banche e gli istituti di credito mettono a disposizione della clientela, vi sono anche numerosi prodotti dedicati al mondo dell’infanzia.

Si tratta in genere di forme di investimento e forme di accumulo rivolte alla clientela adulta, formata da genitori e nonni, che vuole accantonare piccole e grandi somme in favore di figli e nipoti

Che cos’è il conto deposito per bambini e neonati

Tra questi strumenti di investimento trovano posto, ad esempio, i conti deposito per bambini e neonati, che sono caratterizzati da una lunga durata e una tasso di remunerazione leggermente più basso rispetto a quello di altre tipologie di prodotti.

E’ possibile aprire un conto deposito senza un conto corrente?

Eppure, le tipologie di prodotti bancari presenti in questo campo sono molto varie. Ecco i principali conti deposito per bambini e neonati.

Le tipologie di conti deposito per bambini e neonati

Una delle tipologie più diffuse di conto deposito per bambini e neonati è il conto deposito online, che offre in genere tassi di interesse che oscillano tra l’1,50% e il  2,50%. Si caratterizza per il fatto di non avere costi di apertura e di gestione e per garantire l’interesse previsto fino ai 20 anni di età.

Un’alternativa possibile è rappresentata dai conti deposito con operatività tradizionale in filiale, che hanno però tassi di remunerazione leggermente inferiori e più spese a carico del titolare.

Ci sono infine anche i cosiddetti conti regalo. Sono conti deposito pensati più che altro per i donatori, che offrono tassi di interesse che arrivano fino al 2% e fino ai 18 anni, e dotano i donatori di una carta di deposito per i versamenti.