Le novità per il credito alle imprese e i mutui introdotte dal governo Renzi

di Sofia Martini Commenta

Dal governo Renzi arrivano una serie di interessanti novità relative al mondo dei mutui e del credito, con il finanziamento di 3 fondi speciali.

136604990La settimana che si è appena conclusa è stata gravida di novità per il settore del credito e quello dei finanziamenti in generale, sia rivolti all’erogazione di liquidità alle imprese, sia rivolti alle famiglie per l’acquisto di nuove abitazioni. Nella giornata di mercoledì scorso, 12 marzo 2014, il Consiglio dei Ministri si è trovato di fronte una serie di proposte in parte incluse all’interno del Piano Casa presentato dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi, in parte comprese all’interno delle misure presentate da Matteo Renzi e dai suoi gruppi di lavoro.

Diminuiscono i prestiti e si stabilizzano le sofferenze bancarie a gennaio 2014

Sono state quindi 3 in particolare le misure di cui si è discusso in Consiglio dei ministri e che troveranno al più presto attuazione nel settore del credito e dei finanziamenti:

Focus Bankitalia su prestiti e tassi di interesse a gennaio 2014

  • il rafforzamento del Fondo di garanzia per il credito che verrà irrorato al più presto con altri 500 milioni di risorse, di primaria importanza per il mondo delle piccole e medie imprese italiane
  • il rifinanziamento del fondo mutui per l’acquisto della prima casa per le giovani coppie
  • il finanziamento di un fondo che possa permettere l’erogazione di mutui agevolati per concedere agli inquilini il riscatto degli alloggi pubblici Iacp.

L’iniziativa più nuova inserita nella triade è senza dubbio quella proposta dal Piano Casa, che prevede, tra i suoi interventi, per gli inquilini che hanno ormai perduto i requisiti di ottenimento di un alloggio sociale, la possibilità di riscattare quelli che verranno dismessi pagando una rata di mutuo a tasso agevolato, simile al canone di locazione versato in precedenza.