L’assicurazione viaggio nei pacchetti turistici

di Daniele Pace Commenta

Chi ci copre dai rischi delle assicurazioni stesse, quando queste non sono molto chiare, e spesso vengono offerte insieme al pacchetto di viaggio?

Le assicurazioni per il viaggio sono sempre più convenienti e ricercate per i viaggi internazionali, soprattutto quelli più sensibili come il sud-est asiatico e l’America, per far fronte a tutti gli imprevisti, in particolare il furto o la perdita bagagli. Ma, come abbiamo riportato in un precedente articolo, le opzioni disponibili sono molte, e coprono quasi tutti i rischi.

Ma chi ci copre dai rischi delle assicurazioni stesse, quando queste non sono molto chiare, e spesso vengono offerte insieme al pacchetto di viaggio?

A lanciare l’allarme è l’Assoviaggi Confesercenti, che hanno rilevato come non tutti i pacchetti turistici che prevedono l’assicurazione, coprono poi realmente l’utente da alcuni rischi, in particolare il rimborso in caso di insolvenza o fallimento, con tutte le conseguenze come l’annullamento del viaggio, delle agenzie stesse e/o delle strutture ad esse connesse. L’allarme della Consesercenti ha fatto così scattare gli accertamenti dell’Ivass, per tutelare la clientela su eventuali frodi o limitazioni nelle polizze. Spesso, sono le stesse agenzie ad essere inconsapevoli dei rischi e delle limitazioni nelle polizze, e a loro volta corrono il rischio di sanzioni che possono essere sia delle semplici ammende che il ritiro delle licenze per i casi più gravi. L’Assoviaggi, in attesa di un monitoraggio da parte del ministero, più volte promesso ma mai attuato, ha così allertato le stesse agenzie.