La legge per tutti spiega come sospendere le rate del mutuo ipotecario

di Sofia Martini Commenta

La legge per tutti spiega come sospendere le rate del mutuo ipotecario. Ecco chi può farne richiesta e per quali finanziamenti

In un momento di difficoltà potrebbe essere proficuo avere a disposizione qualche soldo in più ma chi ha acceso un mutuo non può anche chiedere un prestito per liquidità. Come fare? La legge per tutti spiega qual è il sistema, la procedura corretta per chiedere la sospensione delle rate del mutuo ipotecario.

L’accordo tra Abi e associazioni dei consumatori concede una sospensione delle rate del mutuo per massimo un anno e per non più di una volta soltanto nel triennio 2015–2017. L’intesa scade, peraltro, proprio nel 2017.   In ogni caso, la sospensione delle rate del mutuo viene concessa non a chiunque ne faccia richiesta, ma solo in presenza di determinate condizioni. Eccole.

Quali sono i soggetti che possono presentare la domanda?

Possono presentare la domanda di sospensione solo coloro che si trovino in condizioni di difficoltà economica determinata da:

  • cessazione del rapporto di lavoro subordinato, a esclusione del caso in cui la cessazione sia dovuta a dimissioni volontarie, risoluzione per limiti di età pensionabile, licenziamento per giusta causa o giustificato motivo soggettivo;
  • cessazione del rapporto di lavoro parasubordinato (agenzia, rappresentanza commerciale, contratti di collaborazione continuativa e a progetto), esclusi i casi in cui la cessazione sia dovuta a risoluzione consensuale, recesso datoriale per giusta causa, recesso del lavoratore non per giusta causa;
  • sospensione del rapporto di lavoro o riduzione dell’orario di lavoro per un periodo di almeno di 30 giorni, anche in attesa dell’emanazione dei provvedimenti di autorizzazione dei trattamenti a sostegno del reddito (cassa integrazione, ammortizzatori sociali in deroga, fondi di solidarietà);
  • morte o insorgenza di condizioni di non autosufficienza.

Queste situazioni devono coinvolgere il soggetto intestatario (o uno dei cointestatari) del mutuo o del finanziamento ed essersi verificate entro 2 anni dalla presentazione della richiesta.

Per quali tipi di prestiti è consentita la sospensione?

I termini dell’Accordo per mutui e finanziamenti comprendono le seguenti tipologie di prestiti bancari:

  1. i mutui garantiti da ipoteche su immobili destinati ad abitazione principale;
  2. il credito al consumo di durata superiore a 24 mesi con piano di ammortamento “alla francese”; erogati a persone fisiche.