IlTuoPrestito, ecco come funziona la promozione

di Sofia Martini Commenta

IlTuoPrestito, ecco come funziona la promozione. Tutto quello che è spiegato sul sito e i dati che devono essere forniti alla compagnia

IlTuoPrestito è un prodotto pensato per chi ha bisogno di un prestito ma non vuole avere troppa burocrazia da scansare per arrivare al finanziamento. Ecco allora le caratteristiche di un prodotto che finora non aveva mai fatto il suo esordio pubblicitario. 

Adesso che se ne sente parlare scopriamo che IlTuoPrestito ha delle caratteristiche molto utili a chi cerca un prestito:

  • il preventivo è velocissimo perché ci vogliono soltanto 5 minuti per compilare il form,
  • la compagnia risponde subito alla richiesta di preventivo,
  • è rivolto a tutti, sia alle coppie che ai single,
  • tra le sue caratteristiche ha l’essere semplice, veloce e conveniente,
  • non manca di ricordare che il preventivo è senza impegno,
  • e la pratica oltre ad essere veloce è anche super riservata.

I dati da fornire a IlTuoPrestito non sono molti, possiamo quasi dire che sono “i soliti dati”, vale a dire nome, cognome, provincia, anno di nascita, email, telefono, professione e importo desiderato. Poi ci sono le solite autorizzazioni al trattamento dei dati personali. Si può richiedere di essere inseriti nella mailing list per la ricezione di offerte di prodotti e servizi da parte di soggetti terzi.

Qualche tempo fa di questa compagnia si è occupata anche Altroconsumo che mette in guardia i richiedenti un prestito spiegando che:

“Il Tuo Prestito” è una società che fa intermediazione creditizia, ovvero mette il potenziale cliente in contatto con la banca, che è Unicredit. Questo, almeno, quanto si legge sui foglietti informativi che si trovano online. I prestiti Inpdap e Inps in convenzione, di cui si parla nelle pubblicità, sono in realtà cessioni del quinto dello stipendio e della pensione. In pratica la rata concessa non può essere superiore a un quinto della pensione o dello stipendio mensile percepito e viene trattenuta direttamente dallo stipendio o dalla pensione. Si tratta di una formula costosa, specie rispetto ai prestiti più convenienti. Ma anceh restando nell’ambito dei finanziamenti con cessione del quinto (un tipo di prestito già garantito e inquadrato in regole precise su durata e importi) non è il caso di avvalersi dell’intermediazione di un mediatore, con i relativi costi. Meglio andare direttamente in banca.