Il MEF emetterà almeno un BTP Italia nel 2015

di Sofia Martini Commenta

Nel corso del 2014 il MEF prevede almeno una emissione di Btp Italia per il mercato retail e una possibile emissione per quello istituzionale, anche sulla base di un prodotto specifico.

mef_logoNel corso del 2015 ci sarà almeno una emissione di Btp Italia dedicata al mercato retail. Lo ha annunciato il MEF, il Ministero dell’Economia e delle Finanze che ha tracciato i punti salienti della gestione del debito pubblico per il prossimo anno. Visto il grande successo delle precedenti emissioni, anche il 2015 vedrà almeno l’emissione di un titolo che in passato ha acceso le speranze di numerosi investitori privati. 

Le banche detengono un quarto dei titoli di Stato italiani

Gli investitori retail saranno tutti coloro che sono già stati individuati come tali nel corso delle precedenti emissioni di titoli. Ci saranno tuttavia anche buone notizie per gli investitori istituzionali, che parimenti hanno apprezzato i prodotti presentati in precedenza. Per questi ultimi, tuttavia, si sta ancora valutando la possibilità se concedere loro l’opportunità di accedere allo stesso tipo di titolo, come in passato, oppure sviluppare un prodotto apposito, con una scadenza più lunga, ma la stessa indicizzazione dei Btp Italia. Le condizioni per la scelta della prima o della seconda soluzione tuttavia devono ancora essere verificate.

Come investire sui titoli di Stato con rendimenti molto bassi

Nel corso del 2014, inoltre, lo Stato italiano ha affrontato un costo finanziario al suo minimo storico, pari a solo l’1,35 per cento, cosa che ha permesso di aumentare il margine. L’obiettivo per il prossimo anno, insieme alle nove direttive della Banca Centrale Europea, saranno quindi quelle di aumentare la longevità del debito pubblico italiano, tenendo conto dei titoli in circolazione, dopo il decremento registrato nel corso del 2014.