Il calo dell’ inflazione richiede l’intervento della Banca Centrale Europea

di Sofia Martini Commenta

L' Eurostat ha diffuso i dati relativi all'andamento dell' inflazione nel mese di maggio, pari allo 0,5 per cento su base annua, in discesa dallo 0,7 per cento da aprile, mentre le attese degli analisti e degli esperti prevedevano un dato pari allo 0,7 per cento.

138000947La situazione dell’inflazione ha ormai raggiunto un livello tale da richiedere l’intervento della Banca Centrale Europea. I prezzi dei beni di consumo anche in questo ultimo periodo sono continuati a scendere e tutti si aspettano che l’istituto di Francoforte prenda qualche provvedimento per contrastare la bassa inflazione e il potere dell’euro, anche al di là degli interventi che sembrano ormai più scontati come un ulteriore taglio dei tassi di interesse e l’applicazione di un tasso sui depositi parcheggiati presso la BCE.

La BCE comprerà titoli di stato americani secondo Morgan Stanley

L’ Eurostat ha infatti diffuso i dati relativi all’ andamento dell’ inflazione nel mese di maggio, pari allo 0,5 per cento su base annua, in discesa dallo 0,7 per cento da aprile, mentre le attese degli analisti e degli esperti prevedevano un dato pari proprio allo 0,7 per cento.

Il dato però non deve molto meravigliare perché un livello medio dell’ inflazione pari allo 0,5 per cento si era visto proprio nello scorso mese di marzo nei paesi dell’area euro.

Le possibili azioni della Banca Centrale Europea in vista del direttivo di Giugno 2014 – III

In questo frangente si può allora ricordare che l’obiettivo che la Banca Centrale Europea si era proposta era quella del 2 per cento. Guardando il livello dei prezzi si nota quindi che il maggiore rialzo si è avuto sui servizi, aumentati dell’1,1 su base congiunturale, cibo, alcol e tabacco, aumentati dello 0,1 per cento sempre su base congiunturale, per poi seguire con beni industriali non energetici e energia, i quali si sono mantenuti piuttosto stabili.

Arrivano infine anche cattive notizie dalla Germania dove l’ inflazione su base annua è stata pari solo allo 0,6 per cento, con un calo congiunturale dello 0,3 per cento solo nel mese di maggio.