Il Governo americano corre in soccorso di Citigroup

di Moreno Commenta

Gli Stati Uniti dicono sì al salvataggio di Citigroup: ecco quel che sta dietro all’improvvisa impennata delle Borse nelle ultime ore.

Previsti investimenti diretti per 20 miliardi di euro in cambio di una partecipazione al Tesoro.

Il piano di salvataggio del colosso finanziario da parte del Governo Usa ha messo le ali agli indici del Vecchio continente.

L’annuncio del governo americano sul soccorso a Citigroup include una serie di pacchetti che comprendono garanzie, liquidità e capitali.

Nel dettaglio: Washington assicurerà i prestiti e le obbligazioni garantite dai mutui per un valore di 306 miliardi di dollari; ancora, il dipartimento del Tesoro procederà a una iniezione di capitale da 20 miliardi.

L’accordo, annunciato con un comunicato congiunto tra il segretario del Tesoro, la Federal Reserve e il Federal Deposit Insurance Corporation, prevede che la banca limiti le retribuzioni dei top manager.

Tutto ciò mentre l’attuale Presidente degli Stati Uniti – George W. Bush – ha dichiarato che nel prossimo futuro potrebbero essere decise analoghe operazioni di salvataggio.