Gli italiani e le forme di investimento: quali sono le abitudini e i trend per fondi comuni

di Redazione Commenta

Quali sono le abitudini degli italiani quando si parla di investimenti? Nonostante nei decenni passati fosse nota l’immagine dell’italiano “grande risparmiatore”, attento a tenere pazientemente il conto delle proprie spese, in realtà il trend degli ultimi anni sembra descrivere una realtà ben diversa.

Businessmen figurines, money in background, close-up 10 10 euro 10 euro note 10 euro notes 100 100 euro 100 euro note 100 euro notes 20 20 euro 20 euro note 20 euro notes 3 50 50 euro 50 euro note 50 euro notes 500 500 euro 500 euro note 500 euro notes ? Cut Out Earning money European currency unit European currency units Fifty Euro note Objekt view Objekt views affluence asset assets associate associates banking banknote banknotes banknotes only bill bills blur blurred business business attire business clothes business clothing business life business man business men business partner business partners business people business person business persons business world businessman businessmen businesspeople businessperson businesspersons close-up close-ups closeup closeups clothes clothing clothings colored background colored backgrounds coloured background coloured backgrounds confidence confident cooperation cutout cutouts earning earnings economic economy euro euro note euro notes euros fifty euro notes figurine figurines finance finances five hundred euro note five hundred euro notes focus on foreground focus on the foreground front front view front views frontal gain gains head on head-on indoor indoors inside interior shot interiour photo interiour photos interiour shots invest investing investment male male likeness monetary policy monetary politics money money transaction network networking no one no people no person nobody one hundred euro note one hundred euro notes only banknotes paper money proceeds profit profits receipts revenue rich riches savings self-confidence self-confident series stand standing still still life stills studio shot success successful team work ten euro note ten euro notes three twenty euro note twenty euro notes wealth wealthiness wear without people

La risposta arriva direttamente da una ricerca svolta da Assogestioni, che ha analizzato le nostre abitudini d’investimento dal 2002 ad oggi. Fino al 2012, infatti, complice anche la crisi economica, il numero di italiani ad aver sottoscritto un fondo comune di investimento andava lentamente a diminuire fino a dimezzarsi rispetto al 2002. A partire dal 2013 invece è iniziata una costante fase di ripresa.

A fine 2015 i sottoscrittori sono arrivati a quota 6,4 milioni, una cifra davvero importante se paragonata al trend di qualche anno fa e ad oggi è il 10,5% della popolazione italiana a preferire i fondi comuni quale forma d’investimento privilegiata per il proprio denaro. Più della metà dei sottoscrittori è in possesso di un patrimonio medio investito che si aggira intorno ai 15.000 euro, ma ben più interessanti sono i dati forniti da Assogestioni dal punto di vista anagrafico e sociale.

L’età media si attesta sui 59 anni, con una rapida salita del 18% del numero di investitori over 75. Dal punto di vista geografico, invece, nel Nord Italia risiedono il 65% dei sottoscrittori nazionali di un fondo comune, mentre il Centro-Sud è fermo al 35%. Il 46% di chi sceglie questa formula di risparmio gestito è donna, un numero costantemente in crescita e destinato ad aumentare nel tempo.

Per quanto riguarda le modalità d’investimento, invece, gli italiani si affidano al versamento unico, scelta che ricopre il 70% delle preferenze, mentre si attesta al 18% la percentuale degli investitori che hanno fatto ricorso ad un piano di accumulo.

Chiunque desideri maggiori informazioni su fondi comuni e SICAV può visitare il sito di Online SIM, la piattaforma italiana online dedicata al risparmio gestito.

Articolo realizzato con collaborazione esterna.