Gli italiani hanno fiducia nei mediatori creditizi

di Sofia Martini Commenta

I clienti italiani nutrono una certa fiducia nel lavoro svolto dai loro consulenti e, nonostante la crisi, la professione ha avuto una maggiore considerazione proprio negli ultimi tempi.

conto bancaUna recente indagine compiuta dall’Adiconsum, la nota associazione dei consumatori, ha messo in luce il rapporto che i cittadini italiani intrattengono con una figura tipica del mercato del credito, quella del mediatore creditizio o consulente del credito. Chi sono e cosa fanno i consulenti del credito

L’ indagine ha rivelato che i clienti italiani nutrono una certa fiducia nel lavoro svolto dai loro consulenti e che, nonostante la crisi, la professione ha avuto una maggiore considerazione proprio negli ultimi tempi. La rilevazione ha interessato la soddisfazione dei clienti in relazione ad un campione di 300 persone, le quali hanno al momento una maggiore fiducia nei mediatori piuttosto che nelle banche di cui utilizzano i prodotti, che al contrario hanno un po’ perso la capacità di entrare in relazione diretta con il cliente.

 

Che cosa sono i Robo – advisor, i consulenti virtuali

Questi consulenti finanziari, infatti, offrono ai loro assistiti un ventaglio di opportunità più ampio rispetto alle loro condizioni economiche, anche se i mediatori non possono concludere alcun tipo di contratto ma solo raccogliere le richieste di finanziamento e compiere una prima fare di istruttoria per conto della banche o di un’ altra istituzione finanziaria.

Per quanto riguarda quindi i dati risultanti dall’ inchiesta, ecco come viene in genere instaurato il rapporto con un mediatore del credito da parte dei clienti italiani:

  • l’80 per cento viene presentato da un conoscente
  • nel 17 per cento dei casi il consulente è già noto
  • il 3 per cento lo conosce attraverso la comunicazione istituzionale.

In genere è un’agenzia immobiliare a mettere in contatto i consulenti con i loro clienti, oppure, in una percentuale più piccola parenti, amici o imprenditori e costruttori. La maggior parte dei clienti afferma che il mediatore creditizio presenta più di un prodotto a disposizione, mentre nel 37 per cento dei casi il prodotto presentato è uno solo. I clienti italiani restano in genere soddisfatti delle informazioni e del servizio ricevuto dai mediatori creditizi, e spesso si rivolgono a consulenti dopo aver incontrato difficoltà nell’ ottenere il credito.