GammaDonna 2011: l’imprenditoria femminile e giovanile a Vicenza

di Francesco Commenta

Gamma Donna è stata ideata nel 2004 da Valentina Communication come piattaforma aperta al contributo di quanti si adoperano per la valorizzazione delle risorse donne e giovani. Oltre 20 gli appuntamenti in programma sul complesso mondo imprenditoriale giovanile e femminile, sulle reti delle imprese, sui fattori che incrementano produttività e competitività nel mercato globale e sul rapporto con ambiente e territorio.

Donne e Giovani: la vera sfida per il futuro del Paese. Questo è lo slogan di GammaDonna 2011, la quarta edizione del Salone Nazionale dell’Imprenditoria Femminile e Giovanile che si tiene a Vicenza. Due giorni dedicati ai temi dell’imprenditoria femminile e giovanile che sono sinonimo di crescita e sviluppo; non solo sviluppo economico ma anche sociale e culturale con il ruolo della donna che si afferma, insieme a quello dei giovani, uno dei capi saldi del futuro del Paese.

La volontà dei giovani italiani di affermarsi nel mondo del lavoro è altissima in questo periodo di occupazioni precarie, ma ancora più alta è la determinazione e la voglia di affermarsi, anche a livello internazionale, delle donne e dei giovani imprenditori che desiderano “prendere di petto” la crisi rilanciando con lo sviluppo e la crescita. 

Se siete persone giovani e dinamiche partecipare a questa due giorni di incontri sarà un’interessante esperienza per relazionarsi con personalità affini ed aggiornarsi sulla situazione italiana; gli interventi più interessanti passano dalle storie di imprenditoria fino alle possibilità di business per le PMI in relazione con il mercato Cinese, passando per l’avvio di imprese, lo start-up ed una serie di interventi di discussione generale sui temi che vanno dalla leadership dei giovani all’etica nella finanza.

Il premio Gammadonna/10 e Lode risulta tuttavia essere l’appuntamento veramente centrale dell’intero Salone; il Ministero della Gioventù in collaborazione con Intesa SanPaolo intende valorizzare le capacità imprenditoriali femminili premiando 5 casi di eccellenza scelti in base ai criteri descritti nel regolamento