Fondo SELFIEmployement, come richiedere finanziamenti a tasso zero

di Sofia Martini Commenta

Le domande devono essere compilate esclusivamente attraverso via elettronica, utilizzando la procedura informatica messa a disposizione da Invitalia.

A partire da oggi, martedì 1 marzo 2016, è possibile presentare la propria domanda per richiedere l’accesso ai finanziamenti a tasso zero del Fondo SELFIEmployment. Si tratta di finanziamenti erogati in favore dei giovani che hanno aderito al Programma Garanzia Giovani e che hanno avviato o desiderano avviare una nuova attività imprenditoriale o di lavoro autonomo.

link

Le domande devono essere compilate esclusivamente attraverso via elettronica, utilizzando la procedura informatica messa a disposizione da Invitalia, la quale rappresenta il soggetto gestore. Per concludere la procedura di presentazione della domanda è necessario possedere una firma digitale e un indirizzo di Posta elettronica certificata (Pec). La dotazione finanziaria è pari a oltre 114,6 milioni di euro.

Vale, dunque, la pena segnalare il debutto del Fondo SELFIEmployment. A partire dalle ore 12.00 di oggi, martedì uno marzo 2016, sarà infatti possibile inviare, mediante la piattaforma informatica di Invitalia, le domande di finanziamento a tasso zero a favore dei giovani che hanno aderito al Programma Garanzia Giovani e hanno avviato o intendono una nuova attività imprenditoriale o di lavoro autonomo.

Come chiarisce l’avviso pubblicato sul sito del Ministero, sezione Pubblicità Legale, da oggi sarà infatti possibile presentare le domande per ottenere le agevolazioni, utilizzando la procedura informatica a disposizione sul sito www.invitalia.it.

Il Fondo Rotativo Nazionale SELFIEmployment opera con risorse provenienti dai Programmi Operativi Nazionali “Iniziativa Occupazione Giovani” e “Sistemi di Politiche Attive per l’Occupazione” e da Programmi Operativi Regionali, con una dotazione finanziaria complessiva di partenza pari a 114,6 milioni di Euro.

Le indicazioni complete per la presentazione delle domande di finanziamento sono contenute nell’Avviso pubblicato sul sito del Ministero, all’indirizzo http://www.lavoro.gov.it/Strumenti/PubblicitaLegale/Pages/default.aspx