Finanziamenti: nuove opportunità per imprese toscane

di Laura 1

prestito nuove aziendeDopo l’estate 2010, precisamente a settembre, riparte il programma in Toscana per le piccole e medie imprese “programma POR” che vogliono investire i loro risparmi nel commercio del paese e nel turismo. In due anni e mezzo dall’apertura del bando i progetti selezionati e ammissibili ai contributi europei sono 1863 e la maggior parte sono progetti di investimento presentati dalle imprese. Sono trascorsi quindi due anni e mezzo dall’apertura dei primi bandi e il bilancio mostra tutti segni positivi. Questo servizio di finanziamento è stato abilitato in Toscana proprio perché in ambito del commercio, del turismo e dell’ambiente è tra le migliori in Italia e grazie a queste peculiarità garantisce la nascita di nuove imprese e l’occupazione. Si tratta di un finanziamento richiedibile ssolamente da piccole e medie imprese che gestiscono un servizio turistico e un servizio di commercio; la consegna delle domande può essere effettuata per tutto il mese di settembre.

Per ogni finanziamento richiesto sarà valutata la tipologia di investimento scelta, la fattibilità economica, la fattibilità tecnica, certificati ambientali e di qualità. L’importo massimo del finanziamento verrà definito in base al tipo di progetto e al tipo di impresa. In Toscana turismo e commercio rappresentano due settori importanti per l’economia regionale. La Regione si attiva quindi per potenziare il settore. I fondi saranno erogati in funzione di una graduatoria che terrà conto di vari parametri, le agevolazioni previste sono del 25% delle spese ammissibili del progetto per le medie aziende e del 35% per le piccole e microaziende.

La Regione -ha dichiarato l’assessore regionale alle Attività produttive, Formazione e Lavoro, Gianfranco Simoncini– si è mossa rapidamente; i bandi offrono aiuti alle imprese che sanno cogliere tutte le occasioni per investire in ricerca e innovazione. Il Por gioca un ruolo di primo piano, l’attuazione del programma va bene e questo deve essere finalizzato a consolidare questa piccola ripresa che c’è. Nello stesso tempo, però, la crisi avanza, la cassa integrazione cresce e questo ci spinge ad accelerare e a mettere in campo, anche attraverso le risorse di questo programma comunitario, tutti gli strumenti per rafforzare lo sviluppo delle imprese e la competitività del sistema regionale.

Commenti (1)

  1. In questo link potrete trovare molte informazioni sui finanziamenti alle imprese, in più troverete una sezione dedicata ai finanziamenti Invitalia a fondo perduto.

I commenti sono disabilitati.