Finanziamenti imprenditoria femminile: Regione Toscana volta pagina

di Fil 1

In linea con quanto preannunciato nelle scorse settimane dall’Amministrazione regionale, in Toscana si volta pagina in materia di incentivi, contributi e finanziamenti da concedere per il sostegno, lo sviluppo e la crescita sul territorio dell’imprenditoria giovanile e femminile. Alla fine dello scorso mese di luglio, infatti, il Consiglio regionale ha approvato il nuovo regolamento che sarà operativo già dopo l’estate, ed in particolare a partire dal mese di ottobre del 2011. Trattasi, nello specifico, della nuova Legge 21 che estende la platea dei potenziali beneficiari degli incentivi, contributi e finanziamenti da concedere per l’imprenditoria giovanile e femminile. Innanzitutto, i beneficiari dei contributi e delle incentivazioni per le nuove imprese giovanili potranno ora avere un’età massima di 40 anni e non più 35. Così come per gli incentivi ai lavoratori che percepiscono gli ammortizzatori sociali, e per le donne, sono stati aboliti i limiti di età.

Il nuovo regolamento, inoltre, permetterà di poter utilizzare i fondi stanziati con un effetto moltiplicatore più elevato per quel che riguarda l’ammontare complessivo dei finanziamenti. Non ci saranno infatti più incentivi concessi sotto la forma del contributo in conto capitale; si passerà solo ed esclusivamente alla concessione di contributi in conto interessi in modo tale da poter andare a stipulare, per l’imprenditoria femminile e giovanile, attraverso il canale bancario, prestiti, finanziamenti e leasing a tasso agevolato.

Già a valere per i prossimi due anni la Regione Toscana, oltre agli stanziamenti per l’anno corrente, ha già messo in cantiere la concessione di contributi per complessivi 5 milioni di euro con possibilità poi nel caso di andare ad incrementare le risorse. La nuova Legge 21, in accordo con quanto messo in risalto dall’Amministrazione attraverso il sito Internet della Regione Toscana, entra in tutti gli aspetti operativi ed attuativi per quel che riguarda il sostegno regionale alla crescita, allo sviluppo ed al sostegno delle nuove imprese formate da giovani e/o donne, e da lavoratori svantaggiati.

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.