Disdetta carta di credito American Express

3 novembre 2009 11:322 commenti

americanexpress Disdetta carta di credito American ExpressAmerican Express offre una serie di carte di credito, per i meno e più esigenti clienti. La Carta Verde è gratuita il primo anno, dopo, la quota annuale della Carta, attualmente pari a 75 euro e sarà addebitata a partire dal secondo anno. La Carta Supplementare, eventualmente richiesta, ha una quota annuale di 36 euro a partire dal primo anno. Per i più esigenti Ametrican Express offre la Carta Oro, Platinum, Alitalia Card… Le carte di pagamento sono utili ma alcuni dopo un certo periodo decidono di richiedere la disdetta della carta di credito.

Il titolare della carta di credito ha diritto di rinunciare ad essa in qualsiasi momento: il possessore ha diritto di recedere con preavviso di almeno due mesi prendendo in considerazione le condizioni di contratto contenute nel modulo di richiesta della carta. Per recedere dal contratto e quindi disdire la carta di credito è necessario far riferimento alla sezione “Recesso” delle condizioni generali del contratto riportate sul modulo di richiesta della carta.

La disdetta della carta di credito può essere effettuata tramite raccomandata A/R oppure tramite richiesta scritta in filiale. Chi desidera spedire una raccomandata deve quindi spedirla alla Banca presso la quale è stato sottoscritto il contratto, indicando la propria volontà di rescissione dal contratto. Dovrà ovviamente anche restituire la carta. La carta deve però essere invalidata, ovvero occorre tagliare la carta diagonalmente in due parti lungo la banda magnetica ed il chip per rendere concretamente inadoperabile la carta.

Esempio della racomandata:
“Il sottoscritto Mario Rossi restituisce la carta di credito n° xxxxx per (scrivere quindi la motivazione). Indicare: data, luogo, ora e firma”.

Per annullare la propria carta tramite la richiesta in filiale, occorrerà recarsi in Banca e restituire la carta di credito. Un funzionario a tagliare a pezzetti la carta che allegherà alla pratica di restituzione della carta.

Occorre sapere che tutte le obbligazioni contratte prima della restituzione della carta, naturalmente, rimangono a carico del titolare. Il recesso non è quindi applicabile alle somme già corrisposte e/o erogate, che dovranno essere quindi rimborsate.