Credem: con Rimutuo, il tuo mutuo trasloca senza spese

di Moreno Commenta

traslocoVi avevano promesso un mutuo a condizioni straordinarie, ma ora siete delusi perché non hanno mantenuto le promesse fatte: la rata soffoca il vostro stipendio, lasciandovi ben poco spazio di manovra per quelle che vorreste fossero le vostre spese accessorie (una vacanza, un’automobile nuova, eccetera…); sceglieste un tasso fisso, considerandolo più vantaggioso, ed ora vi trovate con l’Euribor ai minimi – per effetto della crisi – e gli amici che hanno sottoscritto un finanziamento a tasso variabile a gongolare, perché il loro rimborso è più leggero. L’idea di mettervi “in pista” per cambiare mutuo, quindi informarvi su come fare e sulle condizioni delle nuove proposte, vi dissuade dall’intento, e vi rassegnate. Ma se ci fosse qualcuno che pensasse a tutto al vostro posto?

Non sarebbe più conveniente, accattivante, in una parola non sarebbe meglio? Ebbene, Credem lo fa con il suo prodotto denominato “Rimutuo”. Rimutuo è, leggiamo dal sito, “Un mutuo di sostituzione per surrogazione ipotecaria, che permette di sostituire il tuo attuale mutuo con un nuovo mutuo Credem senza costi di istruttoria e con rimborso delle spese di perizia tecnica e spese notarili”. Insomma: un trasloco da una banca all’altra senza però tutte quelle spese che – generalmente – un trasloco comporta.

Al cliente, sarà sufficiente portare avanti la richiesta. A questo punto, poi, sarà Credem a subentrare: “Avvieremo la pratica per la surrogazione del vecchio mutuo – si legge nel sito – . Chiederemo alla vecchia banca l’importo del debito residuo e comunicheremo il giorno e l’ora della stipula per l’atto di surrogazione presso il notaio”. Dopodiché, l’atto di “trasferimento” sarà stipulato in tutta trasparenza alla presenza del cliente, di Credem (nella figura di un suo funzionario) e di un incaricato della “vecchia” banca, che “Rilascerà l’assenso alla quietanza di pagamento”. Pensa Credem a tutto. A voi solo l’onere di valutare la proposta di questa importante realtà bancaria italiana, e decidere se e come possa entrare a far parte della vostra vita di risparmiatori.