Conto Corrente Arancio, Mutuo Arancio e Conto Arancio+: le offerte di Ing Direct

di Moreno Commenta

Presente in Italia dal 2001, la multinazionale orange ha fin da subito acquistato, grazie ai suoi accattivanti prodotti, una buona fetta di fiducia da parte dei piccoli risparmiatori italiani.

In meno di otto anni quasi un milione di nostri connazionali si è affidata ai suoi servizi movimentando circa 19,8 miliardi di euro.

Un ottimo risultato che ha convinto sempre più persone ad investire e trovare un approdo sicuro per gli agognati risparmi.

In principio, si diceva, fu il Conto Arancio: una zucca ci invitava a mettere i soldi in un, allora sconosciuto ai più, conto deposito promettendo tassi vantaggiosi superiori a quelli di qualsiasi altro istituto tradizionale.

I sottoscrittori, dopo la domanda di rito “Dove sarà l’imbroglio?” piegarono le loro resistenze e videro ricompensati adeguatamente i loro sacrifici. Nel frattempo, affacciatasi nel business anche la concorrenza, il gruppo olandese ha diversificato anche altri settori fino ad allora “stagni” dell’investimento, rivolgendo l’attenzione ai mutui (con il Mutuo Arancio) e gli investimenti (Investimento Arancio).

Il caro e vecchio Conto Arancio però non è mai andato in soffitta, anzi. Il prodotto è stato ammodernato e riparametrato in base alle nuove esigenze del grande pubblico e dalla sua evoluzione sono nati il Conto Arancio+ e il Conto Corrente Arancio. Le due opzioni sono semplici quanto redditizie. L’Arancio+ altro non è che un Pronti Contro Termine piuttosto bloccato dal punto di vista della durata: i soldi, a partire da 10000€, possono essere investiti per sei mesi e multipli e danno un rendimento che può arrivare al 4% lordo annuo (3,28 netto).

Rispetto ad altre offerte simili però il gruppo della zucca consente, in caso di recesso anticipato dell’investimento, di ottenere comunque il tasso previsto dal Conto Arancio tradizionale (a fronte dello zero previsto dalla concorrenza). Per chi invece vuole combinare i vantaggi del Conto Arancio alla solidità e ai servizi di un conto vecchio stampo, arriva la possibilità di abbinarci il Conto Corrente Arancio: un vero e proprio conto corrente con tanto di carte, bancomat e, ovviamente, zero spese. L’evoluzione per Ing Direct continua, in attesa delle prossime invenzioni.