Conto Arancio: più che una zucca, il serbatoio per far crescere i vostri risparmi

di Moreno 4

Quante volte vi sarà capitato di constatare che “Tener fermi i soldi sul conto corrente ormai non rende più”: spese rilevanti a fronte di interessi progressivamente meno consistenti, e tutto quanto credevate di poter guadagnare prestando i vostri risparmi (perché in fondo di questo si tratta) allo sportello, finisce eroso in una serie di rivoli: tasse (sui già esigui guadagni) da versare allo stato, costi di gestione del denaro da riconoscere alla banca, e così via…
E’ per questo che in molti si stanno interessando rispetto a forme “alternative” di remunerazione del capitale: ad esempio viaggiano forte, registrando significativi tassi di crescita, le banche on-line; ma si sta affermando, da qualche anno, anche la formula del conto deposito. Ne esistono di più famosi che Conto Arancio?

Conto Arancio è il conto deposito dell’olandese ING Direct: a dispetto del nome, nella sua formula “tradizionale” (la prima a sbarcare in Italia) Conto Arancio si discosta – e di molto – da un normale conto corrente bancario, essendo una sorta di “ibrido” che si colloca a metà strada tra la cassetta di sicurezza ed il piano di risparmio. Conto Arancio, infatti, funziona solo se si può appoggiare ad un conto corrente tradizionale: il cliente sceglie quanta parte dei propri risparmi trasferire nel deposito di ING Direct (che, per la pubblicità, ha assunto la forma di una zucca arancione come il marchio), che si impegna a remunerarlo almeno al 2,5% lordo per tutta la durata del deposito stesso.

In qualunque momento, poi, si può scegliere di “disinvestire” riportando i soldi sul conto corrente bancario. I vantaggi? E’ evidente: interessi più elevati di quelli garantiti da una banca tradizionale, nessun costo (né per attivazione e chiusura, né per il mantenimento, né per le imposte di bollo), nessun vincolo temporale e la sicurezza – che di questi tempi non dispiace – garantita dall’adesione di INg al Fondo Italiano di Tutela dei depositi; perché contare su una copertura fino a 103mila €uro per cliente è una bella assicurazione sui propri risparmi.

Commenti (4)

  1. Io ho aperto un conto di deposito su Rendimax … con interessi al 4.75: hanno annunciato fino a marzo 2009, quindi ancora per poco… ma sono diversi mesi che è rimasto così alto.

    A fine marzo mi farebbe comodo un sunto sulle varie proposte offerte dai conti di deposito… chissà se qualcuno scriverà qualcosa in proposito… =D

    Saluti

  2. bravo Luca M. anch’io ho aperto RENDIMAX è il migliore

I commenti sono disabilitati.