Con Poste Italiane, il Mutuo ha un “doppio gusto”

di Moreno Commenta

Spesso e malvolentieri, chi ha contratto un mutuo per l’acquisto dell’abitazione di proprietà si è trovato a dover investire altri denari nella sistemazione della struttura acquistata, specie quando questa (e qui sta il paradosso) è ancora nuova. L’Italia è infatti piena di costruzioni di dubbia qualità, edificate in fretta e furia (spesso affidandosi ad operai molto poco specializzati) durante gli anni –i più recenti– di un boom edilizio che ha visto crescere come funghi i quartieri residenziali attorno alle principali città, a scapito della qualità della vita e del paesaggio (con buona pace di tutti gli ambientalisti, evidentemente in altre faccende affaccendati). Questo ha comportato la necessità di aggiungere mutuo a mutuo: uno per l’acquisto, l’altro per la ristrutturazione.

Proprio alla platea di tutti coloro i quali hanno necessità di contrarre un mutuo “doppio”, Poste Italiane si rivolge con l’offerta del suo Mutuo “doppio gusto”. Così buono che forse è il caso di provarlo subito, come suggerisce la brochure informativa. “Doppio gusto” consente di sostituire il vecchio mutuo e contestualmente ristrutturare casa, il tutto facendo però ricorso ad un solo mutuo e ad una sola rata. L’opportunità è disponibile per ogni tipo di finanziamento ipotecario, sia esso a tasso fisso variabile o misto, purché soddisfi il requisito di una durata inferiore ai 30 anni.

Ristrutturare casa, adesso come adesso, ha anche un altro –non di poco conto– vantaggio: si può infatti approfittare dei benefici fiscali in vigore, con detrazioni che diventano sempre più incisive al crescere della classe energetica della costruzione. Il depliant di Poste Italiane dedicato all’offerta anticipa anche alcuni dettagli che noi abbiamo scelto di non rilanciare perché è bene che la situazione di ciascuno venga approfondita con il consulente dedicato: vi basti pensare, però, che le condizioni applicate al mutuo (interessi e spese di istruttoria/perizia) sono tra le più vantaggiose sul mercato. C’è davvero un Doppio gusto…