Comprar casa senza rischi, le consulenze gratis dei notai

di Sofia Martini Commenta

Comprar casa senza rischi, le consulenze gratis dei notai per chi deve acquistare la prima casa o vuole informazioni su questa operazione.

A Milano tutti i cittadini che vogliono comprare la prima casa e vogliono assistenza e consulenza da parte degli esperti, domenica 8 novembre potranno contare sui consigli dei notai che saranno parte dell’iniziativa “Comprar casa senza rischi“.

Avere informazioni personalizzate e gratuite su tutti i temi legati alla casa. Questo l’obiettivo della manifestazione “Comprar casa senza rischi” che si svolge nell’ambito del Congresso nazionale dei notai, presso il Milano Congressi Fiera Milano City.

Quali imposte si pagano sull’acquisto della prima casa?

Domenica 8 novembre, nel pomeriggio dalle ore 15 alle ore 19, sarà possibile avere un colloquio diretto con i notai per ottenere indicazioni precise su una serie di argomenti:

  • proposta di acquisto,
  • preliminare e rogito,
  • scelta e sottoscrizione del mutuo,
  • rent to buy,
  • edilizia convenzionata e agevolata,
  • verifiche catastali,
  • aste immobiliari,
  • passaggio di proprietà,
  • gestione degli immobili in caso di successione.

Con l’occasione i notai hanno messo a punto anche un vero e proprio decalogo per un acquisto senza sorprese:

  1. Prima di firmare qualsiasi impegno all’acquisto consultare il notaio per far eseguire le visure ipotecarie e catastali per accertarsi che sull’immobile non gravino passività non dichiarate;
  2. Far calcolare al notaio i costi strettamente connessi all’acquisto (imposte ed onorari comprensivi di Iva sia per l’acquisto che per il mutuo) per verificare che la cifra finale rientri nel budget;
  3. Valutare con la propria banca quale sia l’importo del mutuo che è disposta a concedere e accertarsi che la rata sia sostenibile;
  4. Stipulare il contratto preliminare con atto notarile e trascriverlo. Ci si assicura così dal rischio che l’immobile venga venduto due volte e che sopravvengano ipoteche, pignoramenti o sequestri che mettano a rischio le somme già versate;
  5. Accertarsi dell’ammontare delle spese condominiali annuali. Controllare con l’amministratore l’eventuale esistenza di arretrati nei pagamenti delle spese condominiali e farli pagare prima del rogito;
  6. Accordarsi col venditore per l’eventuale trasferimento delle detrazioni per lavori effettuati;
  7. Far verificare la rendita catastale per calcolare a quanto ammonteranno le imposte comunali;
  8. Verificare se gli impianti (principalmente elettrico e gas) siano o meno certificati a norma;
  9. Chiedere al notaio se, in ragione delle particolarità dell’immobile acquistato (ad esempio sottotetti recuperati o loft siti in aree già industriali), sia opportuno chiedere ad un tecnico una perizia sulla regolarità edilizia e urbanistica;
  10. Far verificare dal notaio se l’immobile sia soggetto a vincoli o ricada in zona comunque vincolata.