Compass, i prestiti “Cifra tonda” e “Leggero”

di Sofia Martini Commenta

La compagnia viene in soccorso dei clienti privati alla ricerca di un prestito semplice da gestire con due diverse soluzioni.

Nel momento in cui si opta per un prestito personale è opportuno confrontare non solo il tasso di interesse accordato, bensì anche le modalità di rimborso e le eventuali agevolazioni, in modo da trovare una soluzione a misura delle proprie necessità e semplificare il più possibile la prassi.

logo_compass

Compass viene in soccorso dei clienti privati alla ricerca di un prestito semplice da gestire con due diverse soluzioni, il finanziamento Cifra Tonda e il finanziamento Leggero, a rate di importo crescente nel tempo.

Più nel dettaglio, Cifra Tonda è un prestito personale per somme fino a 20.000 euro, caratterizzato dal fatto di avere una rata di rimborso costante e con un importo tutto compreso che il cliente può stabilire con una certa libertà, in base alle personali esigenze, a partire da 99 euro al mese. La cifra da versare resta sempre la stessa per tutta la durata e il cliente può facilmente ricordarla con precisione e inserirla nel budget mensile. Il prestito Cifra Tonda è aperto a clienti di età massima 70 anni, con un reddito dimostrabile da lavoro dipendente o autonomo, oppure pensionati. Approvata la richiesta il prestito è erogato in giornatacon un bonifico o un assegno. Il rimborso può avvenire tramite addebito in conto ma anche con bollettini da versare in posta o ricevitoria.

Leggero di Compass è invece un prestito che accorda per tutto il primo anno di rimborso una rata più contenuta rispetto a quelle che verranno, perché l’impatto sui conti mensili sia più graduale. A partire dalsecondo anno il cliente può scegliere in base alle alternative proposte quale sarà il nuovo importo da corrispondere ogni mese. Con questa soluzione si possono avere a disposizione fino a 25.000 euro.

Ai prestiti Compass è possibile abbinare facoltativamente prodotti assicurativi specifici a garanzia del rimborso, per coprire eventi di diversa gravità, imprevisti di lavoro o salute tali da rendere difficile continuare a far fronte all’impegno preso.