Carta Viva Genialloyd: una Polizza a rate…

di Moreno 1

genialloydAbbiamo parlato, nei giorni scorsi, del fenomeno per certi aspetti nuovo dell’elusione rispetto al pagamento della polizza RC Auto, che ricordiamo essere invece obbligatoria per ogni veicolo circolante. Lo ricordiamo perché, oltre ad essere un atteggiamento profondamente lesivo nei confronti di tutti gli altri automobilisti (se chi non ha la polizza causa un incidente chi sarà a pagare i danni?), è anche un comportamento che inchioda a responsabilità ancora più pesanti tutti coloro i quali dovessero essere scoperti non in regola. Una soluzione al problema, benché ce ne siano altre mille (prima delle quali è: se non te la puoi permettere, un’automobile devi evitare di acquistarla), l’ha individuata Genialloyd, compagnia assicurativa che consente ai propri clienti di dilazionare il pagamento del premio in rate e in aggiunta li investe della titolarità della sua Carta Viva Genialloyd.

A onor del vero, le condizioni stanno mutando: fino al 31 luglio sarà infatti possibile pagare la propria polizza in quattro rate a tasso zero, ma dal 1 agosto la dilazione aumenta il numero di rate (buona notizia) a fronte di un’esplosione degli interessi, con TAN al 9%. Il tutto con una carta revolving, forma di finanziamento che vi invitiamo da sempre a prendere con le molle e ad utilizzare – eventualmente – solo dopo aver ben meditato i fogli informativi. Perché se è vero che con Carta Viva Genialloyd si dispone di un fido minimo di mille euro, elevabile a discrezione di Compass, per pagare la polizza auto a rate, è altrettanto vero che con questi mille euro potete anche effettuare acquisti come con una comune carta di credito.

Per giunta gratuita per il primo anno, priva di spese di emissione e di eventuale rinnovo (così come anche di chiusura) e perfino scevra da commissioni nel caso la utilizziate per il rifornimento del carburante. Però anche carta che vi impone di rimborsare tutto quanto vi ha prestato mediante rate, gravate da interessi che possono arrivare a due cifre per una serie di 24 mensilità.

Commenti (1)

I commenti sono disabilitati.