Carta Conto Cariparma: la presentazione

di Daniele Pace Commenta

Cariparma presenta la sua nuova carta di credito prepagata, La Carta Conto della ex Cassa di Risparmio di Parma.

Cariparma presenta la sua nuova carta di credito prepagata, La Carta Conto della ex Cassa di Risparmio di Parma. Una carta utile per chi non vuole pagare grosse spese per il conto corrente. La carta prepagata è infatti collegata ad un conto Iban, in modo da utilizzarla come se fosse una normale carta su cui far accreditare lo stipendio ed altri redditi. Con la Carta conto si possono far addebitare anche le spese correnti, come le bollette, o ordinare bonifici a favore di terzi. Non una semplice carta prepagata quindi, ma un modo per sfruttare una sorta di conto corrente, anche se alcune operazioni classiche dei CC non sono possibili.

Per richiedere la Carta Conto prepagata di Cariparma, bisogna essere residenti sul territorio italiano, e rispettare il limite di accredito di 10 mila euro. Inoltre non è possibile ricaricare più di 3000 euro. Comunque si può far accreditare la differenza su una cifra eventualmente superiore, presso una qualsiasi filiale della banca, in cui il titolare della carta può ritirare la somma avanzata. Queste operazioni sono possibili anche addebitando il contante ritirato sulla carta, utilizzabile chiaramente anche agli sportelli automatici. La carta è può essere utilizzata anche per le classiche operazioni per cui le prepagate erano nate, come gli acquisti online o quelli nei negozi con il POS di Mastercard. Su richiesta, è disponibile anche la versione Contactless.