I bonifici istantanei sono realtà

di Daniele Pace Commenta

bonificoDa ieri, è attivo il servizio Sepa instant payment della Bce in tutta la Unione Europea. In 10 secondi il bonifico sarà sul conto corrente del ricevente, senza la classica attesa. Questo per chi pagherà un sovrapprezzo naturalmente, per i pagamenti urgenti, e solo fino a 15mila euro. Ma in Italia sono solo tre le banche che hanno già a disposizione i mezzi informatici per il servizio. Insomma, l’instant payment parte già con lentezza. I 34 paesi dell’Eurozona dovranno adeguarsi, anche se il sistema è già ufficiale. Ma anche solo sperimentale, con sole 18 banche di 9 paesi ad essere attive. È il Sepa Instant Credit Transfer, con il bonifico irrevocabile. È attivo 24 ore su 24, week end inclusi, e chi effettuerà il pagamento non potrà sbagliarsi. Con il bonifico classico infatti, ci sono 24 ore per l’annullamento, e un maggior controllo. Con l’instant payment invece, aumentano i rischi. Ci sono voluti due anni per trovare l’intesa e arrivare al cosiddetto ‘SCT Inst’.
Per l’occasione, Banca d’Italia e Abi hanno creato Sia, una società di gestione privata composta dalle maggiori banche che lavorerà al fianco di Eba Clearing per la compensazione dei pagamenti interbancari. Tra le banche partecipanti in Italia alla sperimentazione, c’è anche Unicredit.Dal 2018 dovrebbero essere 50 le banche europee attive per il servizio. Prezzo attuale, 2,50 euro per bonifico.