Bonifici esteri per imprese

di Daniele Pace Commenta

Bonifici esteriBonifici da e per tutti i paesi facente parte dell’Unione Europea:

Le tariffe del bonifico nell’ambito dell’Unione Europea, con importo non superiore alle 50.000 euro, offrono particolari vantaggi:

1. Nessun costo di accredito sul conto corrente per i bonifici in entrata in euro, oppure in corone svedesi sempre in entrata
2. Nessun costo aggiuntivo per i bonifici in euro in uscita

Inoltre, non vi sono limiti di importo, per quel che riguarda l’operatività con l’estero. Il conto corrente, può disporre di bonifici esteri in uscita solo ed esclusivamente mediante Banco Posta Impresa online, nelle divise seguenti: Euro, Dollaro USA (USD), Sterline Inglesi (GPB), Franchi Svizzeri (CFH), Dollari Canadesi (CAD), Dollari Australiani (AUD) e Yen Giapponese (YEN). È possibili ricevere qualsiasi bonifico in entrata da qualsiasi valuta.

In Entrata:

1: Bonifici esteri in euro, ricevuti dai paesi dell’Unione Europea con importo superiore alle 50.000 euro.
2: Bonifici esteri in euro, ricevuti da pesi che rientrano a far parte dell’Unione Europea con qualsiasi importo
3. Bonifici con denominazione di valuta estera

In Uscita:

1: Bonifici esteri in euro, verso paesi facenti parte dell’Unione Europea con importo superiore alle 50.000 euro.
2: Bonifici denominati in euro verso tutti gli stati non facenti parte dell’Unione Europea
3: Bonifici denominati con valuta estera: Dollaro USA (USD), Sterlina Inglese (GPB), Franco Svizzero (CHF), Dollaro Canadese (CAD), Dollaro Australiano (AUD) e Yen Giapponese (YEN).