La BCE è pronta ad usare strumenti non convenzionali contro l’inflazione

di Sofia Martini Commenta

La Banca Centrale Europea è pronta ad usare anche strumenti non convenzionali per far risalire il livello dei prezzi, qualora il tasso dovesse rimanere basso per lungo tempo, anche se i rischi che ciò accada non sono molto estesi.

176988604Anche in un periodo di bassa inflazione le aspettative dalla Banca Centrale Europea – BCE –  sono quelle di far ripartire la crescita dei prezzi, portando l’inflazione al traguardo sperato del 2 per cento. E’ questo infatti quanto dichiarato all’interno dell’ultimo bollettino emesso dall’istituto di Francoforte all’interno del quale si possono leggere parole del suo presidente Mario Draghi. 

La BCE lascia invariato il costo del denaro e spinge sulle riforme

La Banca Centrale Europea è pronta in questo momento ad usare anche strumenti non convenzionali per far risalire il livello dei prezzi, qualora il tasso dovesse rimanere basso per lungo tempo, anche se i rischi che ciò accada non sono molto estesi. Nel frattempo, tuttavia, gli economisti hanno rivisto le stime economiche rilasciate nei mesi scorsi e ridotto le percentuali di crescita dell’economia per l’Europa, che si fermerà all’1 per cento – invece dell’1 ,1 per cento – nel corso del 2014 e all’1,5 per cento nel corso del 2015.

La BCE chiede la concessione di più credito ai privati

Per quanto riguarda invece l’aumento dell’inflazione, per il 2014 si arriverà ad un massimo dello 0,7 per cento al posto dello 0,9 per cento previsto e per il 2015 si toccherà un livello dell’1,2 per cento al posto dell’1,2 per cento previsto. L’Eurotower, tuttavia, è fiduciosa.

Pensa infatti che le operazioni di rifinanziamento a lungo termine promosse dal programma Omrlt terranno dietro all’accomodante della politica monetaria e che gli istituti di credito potranno più agevolmente e a migliori condizioni prestare denaro utile per far ripartire l’economia reale. Questi ultimi, infatti, potranno accedere a finanziamenti di lungo termine con scadenza a quattro anni.