Bambini e polizze assicurative

di Daniele Pace Commenta

Oggi anche i nostri bambini possono essere protetti grazie alle polizze assicurative, a patto di scegliere per loro i prodotti più adeguati per il futuro.

Oggi anche i nostri bambini possono essere protetti grazie alle polizze assicurative, a patto di scegliere per loro i prodotti più adeguati per il futuro. Le soluzioni assicurative che sono a disposizione attualmente sono moltissime, e la scelta dipende principalmente dalla tipologia di aspettativa che vogliamo soddisfare verso i nostri figli.

Alleanza Assicurazioni ad esempio, propone un prodotto che si chiama Farpiù, e che è pensato per soddisfare le esigenze di genitori che hanno bambini con età non superiore ai 15 anni e con scadenza fissata entro i 18 anni. Con la scelta di tale modalità, si può versare il premio unico nel momento esatto in cui il genitore sottoscriverà il prodotto, oppure pensare alla creazione di un piano che possiamo paragonarlo ad un fondo di accumulo tramite versamenti periodici, che possono essere mensili, bimestrali, trimestrali o annuali, aumentano nel caso il cliente voglia farlo, il premio della polizza.

Ogni anno i premi possono essere rivisitati, con un rendimento minimo del 2%. Una volta scaduta la polizza, il cliente potrà avere una sola cifra unica, oppure suddivisa in cinque tranche, da spalmare sulle relative annualità stabilite. La polizza assicurativa ha come scopo quello di mettere da parte una cifra che possa servire un giorno al bambino per la sua istruzione e per il suo futuro professionale.