Autometrica AXA: pay per use e pulsante per le emergenze

di Moreno Commenta

Un’assicurazione auto che paghi solo quando usi, e in caso di emergenza ti offre un’assistenza celere e subito pronta a raggiungerti sul luogo “del delitto”. Non è un sogno, anche se – scottati da rincari a volte ingiustificati per la RC Auto – è difficile crederlo, bensì quello che offre AXA con la sua Autometrica, polizza “pay per use” con il plus garantito dal dispositivo di teleassistenza. Se avete un nonno, forse sapete come funzionano quelle apparecchiature salvavita lanciate da un noto marchio italiano: basta un click sul pulsante rosso dell’emergenza per far partire un giro di telefonate destinate ai parenti più prossimi, in modo che questi possano accorrere in aiuto del malcapitato. La stessa cosa succede con Autometrica di AXA Assicurazioni.

All’atto della stipula del prodotto sarete infatti chiamati a prendere un appuntamento con un’officina autorizzata, presso la quale vi sarà installato un dispositivo satellitare; niente di pacchiano o facilmente visibile, bensì un’antenna che in maniera discreta segnalerà la vostra posizione nel momento in cui, doveste trovarvi in difficoltà, spingerete il pulsante per la richiesta di un aiuto. Scongiurato quindi il rischio del “Grande Fratello” che viola la privacy, dal momento che lo strumento si attiva “a richiesta” invece che essere un invadente maniera di seguire ogni vostro spostamento.

Leggiamo dal sito: “In caso di richiesta di assistenza […] potrai parlare in viva voce con un operatore 24 ore su 24, 365 giorni l’anno”. Prevista anche l’eventualità, che certamente non vi stiamo augurando, in cui possiate trovarvi coinvolti in un incidente grave, per il quale sarà presente un sensore di crash (impatto) che automaticamente segnalerà alla centrale operativa l’impatto e provvederà, qualora voi non siate nelle condizioni di farlo, a contattare anche i mezzi di soccorso (dal carro attrezzi ad ambulanza e carabinieri) per inviarli nel luogo esatto in cui vi trovate.