Aumenta la domanda di mutui nel 2014 secondo una indagine della BCE

di Sofia Martini Commenta

Nel mercato italiano dei mutui solo nel mese di dicembre 2014 domanda di mutui ipotecari è cresciuta del 30,6 per cento rispetto allo stesso mese di dicembre dell' anno precedente,

2014-07-09_194957Una recente indagine compiuta dalla Banca Centrale Europea – BCE – ha analizzato gli orientamenti della popolazione italiana ad europea nei confronti della richiesta di mutui, ovvero della accensione di finanziamenti ipotecari volti all’ acquisto di un immobile.

I nuovi valori dei tassi soglia per mutui e prestiti nel primo trimestre 2015

I dati sono molto positivi, perché si è scoperto il clima di ripresa della domanda di mutui, che ha portato le richieste di finanziamenti a crescere del 19 per cento solo durante gli ultimi tre mesi del 2014, con circa un quarto delle banche europee che hanno accresciuto la quantità di mutui erogati. Inoltre, un altro dato positivo arriva anche dalle condizioni a cui sono stati erogati i mutui stessi, che nel 4 per cento dei casi sono state migliori e più favorevoli alla clientela rispetto al trimestre precedente.

Mutui congelati fino al 2017 grazie alla Legge di Stabilità 2015

I paesi dell’ Unione Europea in cui si sono rilevati i risultati migliori da questo punto di vista sono la Germania, l’ Italia e i Paesi Bassi, e le previsioni degli esperti di settore prevedono un ulteriore miglioramento della situazione.

Per quanto riguarda in particolare il mercato italiano dei mutui, solo nel mese di dicembre 2014 la richiesta di mutui è cresciuta del 30,6 per cento rispetto allo stesso mese di dicembre dell’ anno precedente, mentre se si vanno a guardare le cifre relative all’ intero anno si scopre che nel corso del 2014 il numero dei finanziamenti ipotecari erogati in Italia è cresciuto del 15 per cento.
La ragione di questo fenomeno deve essere individuata anche nella ripresa delle surroghe, che nel secondo semestre 2014 sono praticamente triplicate.