Assicurazioni per le auto a guida autonoma

di Daniele Pace Commenta

Attualmente la copertura prevede i danni causati per incidenti dal conducente. Ma per incidenti provocati dalla guida autonoma, chi sarà il responsabile?

Assicurazioni per le auto a guida autonoma

Le sperimentazioni sono già ben avviate, e fra non molto, le auto saranno in grado di andare senza conducente, con la guida autonoma. Questo pone nuovi problemi, e nuove prospettive, per il comparto assicurazioni per auto, perché attualmente la copertura prevede i danni causati per incidenti dal conducente. Ma in caso di incidenti provocati da un’auto a guida autonoma, chi sarà il responsabile? La domanda non è sciocca da un punto di vista legale, in quanto la responsabilità passerà al sistema di guida, che è costituito da dei sensori e da un software, che hanno un fabbricante, mentre l’auto non sarà più un semplice strumento in mano del conducente. Le polizze dovranno dunque assicurare anche i produttori del software, e dei sensori, e le case automobilistiche, che diventeranno responsabili in caso di incidente, quanto lo sono ora i conducenti. Oggi i produttori rispondono solo in rari casi di difetti di fabbricazione che vengono accertati come la causa di numerosi incidenti, ma in futuro, con la guida autonoma, sarà sufficiente un singolo incidente per coinvolgere la casa automobilistica. Stiamo parlando di un parco auto che solo in Italia vede circolare ben 37 milioni di autoveicoli, e che aumenterà in futuro. Se negli USA il dibattito è aperto, nel nostro paese nessuno ha ancora avanzato proposte, che non riguarderanno solo le assicurazioni, ma anche un adeguamento normativo per la responsabilità diretta dei veicoli. Non persone giuridiche, ma prodotti dell’industria. Una vera rivoluzione.