Tutto sull’Assicurazione Moto.

di Fil Commenta

assicurazione-motoCosì come per la macchina, anche la moto per poter circolare su strada deve essere assicurata per Legge attraverso la stipula, da parte del proprietario del mezzo, di una polizza di responsabilità civile. L’assicurazione moto, in linea con quella della macchina, a fronte del pagamento di un premio alla compagnia di assicurazione permette, in caso di sinistro, di essere risarciti o di risarcire soggetti terzi nel caso in cui sia il conducente colui che ha causato il danno. Così come per l’auto, anche per la moto le tariffe applicate sono correlate al proprio attestato di rischio ed al proprio tasso di incidentalità; se il guidatore della moto è disciplinato e non commette sinistri, il premio pagato alla compagnia di assicurazione non subirà incrementi elevati, altrimenti il premio potrebbe lievitare in maniera vertiginosa. Dato che l’assicurazione moto copre i rischi ed i risarcimenti per danni a persone e cose entro dei massimali ben definiti, è opportuno che il conducente della moto stipuli una polizza compatibile con il relativo utilizzo.

Se ad esempio, per ragioni di lavoro si esce tutti i giorni in moto, è opportuno stipulare una assicurazione moto con massimali superiori al minimo di Legge; il premio da pagare alla compagnia in questo caso sarà un po’ alto ma si potranno dormire sonni tranquilli. Ancor di più rispetto al passato, inoltre, il conducente in fase di stipula di un contratto di assicurazione moto deve essere sincero, trasparente ed esauriente con la compagnia nel fornire tutti i dati che permettano di definire il livello di rischio e, quindi, il premio assicurativo. In caso di contratto stipulato con dati inesatti, o addirittura falsi, la compagnia che ci ha fatto stipulare il contratto di assicurazione moto potrebbe infatti anche rifiutarsi, in caso di sinistro, di liquidare i danni, o potrebbe risarcire solo in parte il danno in funzione delle inesattezze contrattuali presenti per reticenza o dichiarazioni false dell’assicurato.

Come sempre poi, in fatto di tariffe, così come per la macchina, ma ancor di più per le moto, occorre effettuare confronti tra le varie compagnie visto che le differenze di prezzo a parità di condizioni di polizza spesso sono ampie; inoltre, un guidatore di moto disciplinato, può cogliere l’opportunità, con le compagnie che operano via Internet, di poter stipulare a distanza un contratto di assicurazione moto che può permettere di risparmiare anche qualche centinaio di euro.