Aprire un conto corrente da Crediveneto

di Roberto 3

Aprire un conto corrente in una qualsiasi filiale del Crediveneto è un’operazione semplice e immediata: è infatti sufficiente presentare la documentazione di identità in corso di validità, e il codice fiscale. Ma quali sono i conti correnti disponibili all’interno della gamma di questo istituto di credito? E, soprattutto, quali sono le principali caratteristiche riscontrabili nei rapporti bancari dell’azienda di credito in questione?

I conti correnti di Crediveneto sono fondamentalmente quattro. Il primo è il Conto Base che, come suggerisce lo stesso nome del prodotto, è una relazione bancaria molto semplice, destinata a soddisfare le esigenze bancarie e finanziarie da parte di quelle famiglie con un’operatività molto bassa, che desiderino avere un conto nel quale accreditare lo stipendio e pagare le principali spese mensili.

Il Crediconto Classico è invece un conto corrente destinato alla sola clientela pensionata, che riceva periodicamente una prestazione pensionistica da un istituto previdenziale. Il conto permetterà a questo target di clientela di poter usufruire dei tradizionali servizi di conto corrente, e di una serie di servizi aggiuntivi appositamente creati per questa categoria di clientela.

Il Crediconto Famiglia è un conto pensato per le famiglie con operatività elevata, che magari – oltre alle tradizionali operazioni bancarie – desiderino poter gestire adeguatamente i propri investimenti negli strumenti finanziari. Infine, il Crediconto Jazz, che è un rapporto bancario disponibile in tutte le filiali dell’istituto, pensato per le famiglie come base di appoggio per l’uso dei principali servizi bancari e per gestire le entrate e le uscite di tutti i giorni, con operazioni gratuite illimitate.

In tutte le filiali dell’istituto di credito, e sul sito internet della banca, sono a disposizione i fogli informativi di prodotto, con maggiori dettagli sulle condizioni applicate. Vi consigliamo di consultarli prima di sottoscrivere il servizio oggetto di questo post.

Commenti (3)

  1. Buonasera a tutti,

    ho stipulato un mutuo ipotecario x acquisto 1° casa a maggio di quest’anno, con la BANCA CREDIVENETO.

    Mi era stato detto, come scritto nel contratto, che le spese incasso rata mutuo sarebbero state sempre fisse a € 1.50.

    Ho da poco ricevuto informativa per la trasparenza della banca in cui vengo informata che, a causa della particolare situazione finanziara internazionale che stiamo vivendo,le spese di incasso rata mutuo passeranno da € 1.50 concordati a € 4.50.

    In banca, alla mia richiesta di spiegazioni, mi hanno risposto avendo io ottenuto condizioni molto vantaggiose alla stipula del mutuo (e comunque per avere queste condizioni vantaggiose dovetti sottoscrivere un piano di accumulo azioni della banca, quindi non è che mi siano state regalate! ) , la banca reputa che io possa sopportare tale aumento e che, se non mi sta bene, posso ricontrattare il mutuo alle condizioni attuali di mercato…che sicurmnete non sarebbero più così vantaggiose!!

    Voglio dire, è vero che nelle clausole viene scritto che è possibile che banca decida ad un certo puno per determinate ragioni di aumentare queste spese….ma del 200% appena stipulato il mutuo!! A me sembra un’ingiustizia…..anche perchè da quanto ho capito, la banca può variare queste spese quando e come vorrà anche in futuro…..

    mi sembra ingiusto

I commenti sono disabilitati.