A Milano boom di affitti brevi

di Sofia Martini Commenta

A Milano boom di affitti brevi: i 6 mesi dell'EXPO hanno fatto riprendere il mercato immobiliare milanese che segna il tutto esaurito.

Dopo il Salone del Mobile l’EXPO 2015. Gli eventi che vedono Milano capitale indiscussa della mondanità non sono ancora finiti e stanno trainando il mercato immobiliare, in particolare quello degli affitti. Le zone più gettonate e quelle dove ormai è impossibile trovare un alloggio.

C’è chi va a Milano per visitare l’EXPO e chi invece si reca nel capoluogo meneghino per lavoro. Fatto sta che Milano prevede di dover soddisfare fino ad ottobre le esigenze di circa 20 mila visitatori che con i loro consumi dovrebbero trainare la ripresa economica lombarda e italiana.

L’EXPO ha aperto i battenti e il settore immobiliare sorride visto che le agenzie sono riuscite a piazzare tutti gli alloggi che avevano sa disposizione. Sui prezzi c’è molta variabilità in base alla zona prediletta. In generale i cittadini che abitavano già a Milano, fanno notare un incremento del 50% dei prezzi degli affitti, ma c’è anche chi considera gli aumenti davvero irrisori.

Durante i sei mesi dell’EXPO le zone più gettonate sono quelle di Brera, Porta Nuova e Corso Lodi, soprattutto per chi ha intenzione di acquistare una casa. Molto richieste anche le case che sono posizionate sulla metro M1 Rossa che conduce direttamente alla fiera dove ha sede l’Esposizione.

Secondo Tecnocasa sta vivendo il suo momento di gloria anche la metro M5 la Lilla e in particolare sembrerebbero richiestissime le case nei pressi delle fermate Bicocca e Fulvio Testi, fermate che conducono allo stadio San Siro.

Così la zona di Corso Sempione e le fermate di prossimità, Gerusalemme, Domodossola, Tre Torri, Portello, potranno registrare un aumento dei prezzi fino a raggiungere quelli di Fiera-Monterosa, zona residenziale con immobili signorili tra i più quotati di Milano.